Un impegno concreto della Giunta per “valutare la possibilità di inserire nella legge di bilancio 2021 l’esenzione dal pagamento dell’IMIS, o altre forme di aiuto, con estensione a tutto il comparto turistico del Trentino”.

Il consigliere Pietro De Godenz, vicino da sempre al mondo del turismo provinciale, ha voluto intervenire con un apposito odg alla discussione sulla modifica della legge provinciale relativa all’imposta immobiliare semplice.

“Lo scopo del mio intervento” ha spiegato ” è quello di giungere a una tutela ottimale e completa di tutto il comparto turistico e non solo di operare in maniera parziale. Intendo in questo mio intervento riprendere anche quanto appena detto dai colleghi che mi hanno preceduto (emendamento Rossi, odg di Marini), e soprattutto ribadito dall’assessore stamane, oltre a quanto fatto in commissione nelle scorse settimane”.

“Ritengo sia davvero dovere della Provincia Autonoma di Trento fare ogni cosa possa per il nostro turismo” ha spiegato “poiché i tempi che stiamo vivendo richiedono azioni davvero efficaci e pensate per far durare nel tempo gli effetti dei sostegni che oggi andiamo a progettare e presto metteremo in campo; il turismo è, e sarà, il settore più colpito da questa crisi – su questo non vi è alcun dubbio – pertanto ho deciso di richiedere che il Consiglio impegni la Giunta a tutelare, con l’esenzione dell’IMIS e auspicando anche ogni altro aiuto possibile, non solo le tipologie di strutture turistiche dove vi sia corrispondenza tra proprietari e gestori, come indicato a livello nazionale, ma anche le altre attività, che sono parimenti importanti e fondamentali, quali bar, ristoranti, le attività commerciali e gli impianti di risalita.

Auspico che tale esenzione venga ripetuta anche per il 2021 e, soprattutto, ampliata a tutto il mondo del turismo – inserendola nel prossimo Bilancio – periodo nel quale la crisi continuerà purtroppo a farsi sentire. Ripeto, per il momento abbiamo recepito,come doveroso, una legge dello Stato ma dobbiamo davvero fare di più per non abbandonare nessun operatore del turismo che, lo ribadisco ancora una volta, è il volano principale dell’economia trentina. Economia che va davvero sostenuta.” ha concluso.

La Giunta ha quindi accolto l’odg che è stato votato e approvato all’unanimità dal Consiglio provinciale.

 

*
Sotto si riporta testo completo dell’odg come approvato

PROPOSTA DI ORDINE DEL GIORNO

ddl n. 66/XVI “Modificazioni della legge provinciale 30 dicembre 2014, n. 14, relative all’imposta immobiliare semplice, e altre disposizioni riguardanti gli enti locali ”
Con questo disegno di legge si introducono alcune disposizioni straordinarie in materia di esenzione dal pagamento dell’Imposta Immobiliare Semplice – Imis – per il periodo d’imposta 2020 in conseguenza dell’emergenza sanitaria da Covid-19 che ha colpito duramente la nostra Provincia.
Nello specifico si è andati a recepire, ampliandola, una norma statale pensata per favorire l’esenzione di tale imposta solo in alcune strutture turistiche e dove sia stata comunque identificata una corrispondenza tra proprietà e gestione.
Da tali indicazioni restano quindi escluse tutte le restanti tipologie di immobili destinate al comparto turistico in generale come ristoranti, bar, attività commerciali e impianti di risalita.
E’ evidente, quindi, come appaia auspicabile un’estensione della norma a queste categorie rimaste escluse e che stanno continuando a subire a causa del protrarsi della crisi – alla pari di altre – una riduzione degli introiti, prevedendo, per tutto il comparto legato al turismo, ulteriori tutele.

Tutto ciò premesso,

il Consiglio della Provincia Autonoma di Trento impegna la Giunta Provinciale:

– a valutare la possibilità di inserire nella legge di bilancio 2021 l’esenzione dal pagamento dell’IMIS, o altre forme di aiuto, con estensione a tutto il comparto turistico come sopra esposto.

– cons. Pietro De Godenz –