VIDEONEWS & sponsored

(in )

DE BERTOLDI (FDI) * FISCO: « IL PIANO TRIENNALE 2021- 2023 PRESENTATO DALL'AGENZIA DELLE ENTRATE IN PIENA PANDEMIA E CON CONTINUI LOCKDOWN DESTA SCONCERTO E PREOCCUPAZIONE »

Il piano triennale 2021-2023 presentato dall’Agenzia delle Entrate in pieno pandemia e con continui lockdown, desta sconcerto e preoccupazione. La previsione di recuperare circa 45 miliardi (14 già nel 2021) con 340mila controlli fiscali indirizzati nei confronti delle Pmi e dei lavoratori autonomi, cioè di quelle categorie non assistite e maggiormente colpite dalla crisi economica connessa alla pandemia, non è solo praticamente irraggiungibile e dannosa per il tessuto imprenditoriale, che subirebbe ulteriori fallimenti e chiusure per l’incapacità di adempiere all’accertato, ma rappresenta pure un ulteriore affronto a quei cittadini che sono in prima linea per sopravvivere e mantenere in vita le proprie aziende ed i propri dipendenti.

Fratelli d’Italia chiede un’immediata presa di posizione del governo per tutelare le nostre imprese, così duramente impegnate e stremate nella resistenza ai lockdown, affinchè non debbano anche subire accertamenti tributari, e suggerisce piuttosto di indirizzare le forze dell’Agenzia verso il recupero dei fenomeni di -evasione totale- nonchè di evasione ed elusione transfrontaliera.

Attendiamo poi ancora una normativa per una tassazione effettiva sul commercio elettronico, una web tax che ridia non solo risorse all’erario, ma ripristini pure una condizione di libero mercato ed equa concorrenza tra i colossi del web e le nostre stoiche ed eroiche Pmi nazionali. E soprattutto auspichiamo che la storica proposta di Fratelli d’Italia di eliminare o quantomeno ridurre la ritenuta d’acconto sui compensi dei professionisti sia recepita dal governo, così come abbiamo formalmente proposto nella dichiarazione sul voto di fiducia al presidente Draghi”.

Lo dichiara il senatore di Fratelli d’Italia, Andrea de Bertoldi, segretario della Commissione Finanze e Tesoro.