VIDEONEWS & sponsored

(in )

DE BERTOLDI * ELEZIONI FRIULI VENEZIA GIULIA: ” MI PREPARO A RICEVERE IN SENATO UN GOVERNO CHE SIA REALMENTE ESPRESSIONE DELLA VOLONTÀ POPOLARE “

Prendo atto con estrema soddisfazione della netta vittoria del Centrodestra in Friuli Venezia Giulia, esattamente una settimana dopo analogo risultato ottenuto in Molise.

Ma il voto, che infatti conferma ed esalta il risultato delle recenti elezioni politiche, rinnova il crollo del Pd ed evidenzia il drastico ridimensionamento, al nord come al sud, dei 5 Stelle, dando quindi un’ulteriore inequivocabile indicazione al Capo dello Stato nella scelta del prossimo candidato Primo Ministro.

L’Italia ha scelto di essere guidata dalla coalizione di Centrodestra, da quella coalizione che già governa le Regioni da Genova a Trieste, e che ben presto amministrerà pure il Trentino, liberandolo dai gioghi della Sinistra, che tanto lo hanno allontanato dagli standard economici e sociali del passato.

Il Convegno organizzato lo scorso autunno a Trento dall’associazione -Farefuturo per il Trentino- sul tema “Trento e Trieste tra Autonomia ed Economia”, aveva peraltro ben evidenziato le assonanze sul piano istituzionale e sociologico, nonché storico e politico, tra i due territori, che uscivano da una cattiva amministrazione delle Sinistre, tanto dedite, a Trento come ad Udine o Trieste, alle poltrone dei propri amici, quanto incuranti dei disagi della popolazione per la crisi economica, e le conseguenze di un’immigrazione selvaggia e pericolosa.

In Friuli Venezia Giulia la risposta popolare è stata un chiaro benservito al Pd, ed il ruolo di Fratelli d’Italia è stato vieppiù premiante con un risultato vicino al sei percento e punte superiori all’otto in alcune province (Udine quasi al 7% e Pordenone oltre 8%).

È la conferma che una destra di governo, ancorata alla propria coerenza, ai propri valori popolari e liberali, alla difesa incondizionata del proprio popolo può rappresentare il plusvalore patriottico della coalizione, assieme alla Lega ed a Forza Italia.

Ora il Presidente Mattarella ha un motivo in più per dare l’incarico a Salvini. Per dirla con Urso “solo il centrodestra può formare un governo in sintonia con le aspettative del Paese.

L’Italia non può aspettare, tra pochi giorni dovrà fare un vero Def, il documento di economia e finanza in cui deve assolutamente rimuovere la spada di Damocle delle clausole Iva per evitare il collasso dei consumi, e nel contempo delineare una vera politica di riforme a cominciare dalla flat tax incrementale, che può dare benefici concreti a breve sia per i contribuenti sia per lo Stato, rilanciando produzione e stimolando un Pil che langue.”

Rinnovo quindi i complimenti al neo eletto Governatore Fedriga, e, nell’attesa di veder trionfare finalmente pure in Trentino le espressioni del rinnovamento, mi preparo quindi a ricevere tempestivamente in Senato un Governo, che sia realmente espressione della volontà popolare.

 

*

Andrea de Bertoldi
Senatore di Trento
Fdi – Centrodestra Autonomista