PROVINCIA AUTONOMA TRENTO

Covid-Free (13ma puntata format Tv)

“Da roveretana prima ancora che da esponente e amministratore leghista, ammetto di aver appreso con una certa sorpresa del comunicato con cui il consigliere di Futura Paolo Ghezzi afferma che «la giunta Fugatti non vuol bene a Rovereto» in quanto «non solo vuole regalarle la Valdastico, non solo le ha negato dignità con il disegno di legge sulla riforma delle Apt ma nega alla seconda città del Trentino, nonostante il Mart e tutto il resto, lo status di centro turistico strategico per il nostro territorio».

Il mio stupore rispetto a questa uscita consiste nel fatto che sono anni che, non certo isolata, denuncio come grave il fatto che, a Rovereto, non si sia mai puntato al turismo come settore trainante, che avrebbe peraltro potuto ammortizzare la crisi economica industriale. Anni in cui, confesso, non ricordo l’interessamento del consigliere di Futura sul destino della Città della Quercia; ma non intendo polemizzare. Mi preme invece ricordare, come dicevo poc’anzi, che la questione è sul tappeto da davvero parecchio tempo; motivo per cui non si può certo pensare di risolverla con una disputa sullo status di centro turistico.

A rendere turistica una città, infatti, non sono attestati riconosciuti o negati né timbri ma, molto banalmente, i turisti. E se in questi anni la pur splendida città di Rovereto ne ha attratti assai di meno di quanti avrebbe potuto non è certo a causa di decisioni provinciali, bensì per via della miopia delle amministrazioni di centrosinistra che si sono succedute alla guida cittadina. Anche per questo ritengo che alle elezioni comunali del prossimo autunno i roveretani non avranno esitazioni di sorta nel voltare pagina, premiando la coalizione di centrodestra che sostiene la candidatura a sindaco di Andrea Zambelli”.

È quanto affermato in una nota dal Consigliere provinciale della Lega Salvini Trentino Mara Dalzocchio.