VIDEONEWS & sponsored

(in )

DALZOCCHIO (LEGA) REPLICA A GHEZZI (FUTURA) * GIUNTA PAT: « LO INVITO AD UNA MAGGIORE CONCRETEZZA NEL GUARDARE LE AZIONI DELLA MAGGIORANZA »

DALZOCCHIO REPLICA A GHEZZI: “INVITO A UNA MAGGIORE CONCRETEZZA NEL GUARDARE LE AZIONI DELLA MAGGIORANZA”.

Replico al Consigliere Ghezzi – e non solo – volendo precisare su alcuni dei principali argomenti che vengono posti in risalto in questi giorni di Vacanze natalizie.

Innanzitutto, per quanto riguarda la questione della fusione delle casse rurali di Trento e di Lavis, l’intervento della Provincia è dovuto alle operazioni riguardanti la parte finale dell’operazione tra le due banche: un intervento eccessivamente preventivo sarebbe stato fuori luogo e non adeguatamente motivato.

Ritengo quindi che tale intervento da parte dell’amministrazione provinciale sia stato ben commisurato nei tempi e nei modi di azione, si tratta anzi di un intervento che dimostra come vi sia comunque da parte della Giunta Fugatti una certa attenzione verso i piccoli e medi risparmiatori. Sulla questione Itea continuo a restare basita di fronte all’uso della parola “fascismo”: si tratta infatti semplicemente di una norma che vuole tutelare tante persone oneste che in questi mesi hanno espresso il loro dissenso nei confronti di una passata politica sociale, che spesso dava ampio spazio a chi delinque con la connivenza delle famiglie di provenienza. Trovare lo sparuto caso umano per dire che una simile decisione è sbagliata, è come nascondere la polvere sotto al tappeto.

Ciò che durante questa pausa natalizia mi ha fatto più sorridere è la lunghissima, quanto inutile, polemica sul discorso della facoltà di medicina a Trento. Prima si accusa, tra le tante cose dette, la Giunta e l’Assessore di riferimento di essere immobili, poi si punta ad attaccare un progetto che – e non lo dico in quanto capogruppo della lega Salvini Trentino – è ambizioso e che dovrebbe invece godere del sostegno da parte di tutti. Non è di sicuro una cosa facile da realizzare, ma è una cosa pragmatica, concreta e con una visione chiara e netta.

Quando sono venuta a conoscenza del progetto, sono stata orgogliosa di aver combattuto per anni certe battaglie, di aver aderito alla Lega e di essere capogruppo per il partito in Consiglio provinciale. Eppure per Ghezzi e per i suoi colleghi giornalisti è stata un’occasione su cui creare a tutti i costi polemica, cercando di coinvolgere anche il Rettore dell’Ateneo. La Giunta e di supporto anche i consiglieri di maggioranza stanno cambiando questa Provincia dopo anni di immobilismo e spesso anche di sperpero delle risorse: forse anche Ghezzi e qualche suo collega giornalista dovrebbero abbandonare certi principi radicali e puntare finalmente a guardare un po’ con obiettività i fatti per come stanno.

Questo quanto dichiarato in una nota dal Capogruppo della Lega Salvini Trentino Mara Dalzocchio