News immediate,
non mediate!

DALZOCCHIO (LEGA) * BABY GANG A ROVERETO: « FENOMENO ALLARMANTE, PROVA QUANTO GRAVE SIA L’EMERGENZA EDUCATIVA »

Scritto da
17:24 - 31/01/2021

“Gli ultimi gravi episodi che, a Rovereto, hanno visto all’opera una baby gang composta da un gruppo di ragazzi tra i 15 e i 20 anni che, tra pestaggi e spaccio, di fatto hanno seminato il panico in città, costituiscono un fenomeno che obbliga tutti, rappresentanti delle istituzioni e cittadinanza, ad una riflessione. Lo sottolineo ben sapendo che molti e significativi sono gli aspetti che, qui, entrano in gioco.

Mi riferisco in primo luogo ad una crisi valoriale in corso da decenni e che, purtroppo, spesso la famiglia né la scuola non riescono più ad arginare. Le nuove generazioni si trovano così, loro malgrado, prive di riferimenti solidi e questo, inevitabilmente, comporta delle conseguenze, tra cui appunto il bullismo e le baby gang, che sovente altro non sono che mali che allignano proprio laddove c’è un vuoto educativo che non solo non si riesce a colmare ma del quale, spesso, neppure ci si rende conto.

In seconda battuta, non si può non segnalare la necessità di un contrasto all’uso e all’abuso di alcool e droghe – incluse quelle talvolta, irresponsabilmente, definite «leggere» -, dato che il ricorso a tali sostanze è spesso un fattore detonante la delinquenza giovanile. Su questo aspetto, così come su quello della sicurezza, come Lega siamo da anni in prima linea, ma è evidente che resta ancora moltissimo lavoro da fare, tanto più laddove ci sono contesti urbani che somigliano sempre più, e in peggio, a quelli metropolitani.

Rispetto a ciò già anni fa, in tempi non sospetti, denunciavo come a Rovereto la delinquenza avrebbe presto raggiunto livelli propri, appunto, delle grandi città. Purtroppo non sbagliavo e, complici fattori quali l’immigrazione incontrollata e il dilagare dello spaccio, il radicarsi del fenomeno ha suffragato le più cupe previsioni. Per questo, ora auspico che, al di là delle divergenze politiche, il Comune roveretano, in sinergia con Provincia e Forze dell’ordine, possa dare priorità a questo tema.
Affermo questo nella piena consapevolezza che, se da un lato le istituzioni non possono certo – da sole – colmare la crisi educativa in corso, dall’altro possono tuttavia dare un segnale importante, dal quale tutta la cittadinanza può trarre ispirazione e coraggio per far sì che ai nostri giovani possano essere trasmessi quei valori e quei principi in assenza dei quali essi non solo rischiano di subire il fascino del degrado e della violenza, ma saranno privati di basi indispensabili per costruirsi un futuro degno di tale nome”.

È quanto affermato in una nota dal Capogruppo provinciale della Lega Salvini Trentino, Cons. Mara Dalzocchio.

Categorie Articolo:
LANCIO D'AGENZIA

I commenti sono chiusi.