INTERVISTA AL SEGRETARIO UIL FPL SETTORE SANITÀ TRENTO

GIUSEPPE VARAGONE

Focus su: Assunzioni - Contagi covid - Presidio - Contratto - Apss

Bonus sociali in scadenza tra il 1° marzo e il 31 maggio 2020: c’è tempo fino al 31 luglio 2020 per il rinnovo.

Ai consumatori che beneficiano dei bonus elettrico e gas in scadenza nel periodo tra il 1° marzo e il 31 maggio 2020, è stata data facoltà di rinnovare l’apposita domanda di erogazione oltre la scadenza originaria prevista: c’è tempo fino al 31 luglio 2020.

Così ha stabilito lo scorso aprile ARERA (Autorità di regolazione per energia reti e ambiente) per agevolare i beneficiari in caso di difficoltà connesse al contesto di emergenza nazionale. Esempio: nel caso di bonus in scadenza al 30 aprile 2020, per avere continuità per l’anno successivo, l’istanza di rinnovo si sarebbe dovuta presentare entro il 31 marzo. Tale termine è invece stato differito al 31 luglio.

Non sono state previste ulteriori proroghe, di conseguenza i consumatori interessati dovranno fare riferimento a quest’ultima data.
Il bonus (a seguito di accettazione della domanda qualora siano presenti i requisiti) sarà erogato in modo continuato e retroattivo a partire dalla data di scadenza originaria ed avrà la solita durata di 12 mesi.
Bonus elettrico e gas: i requisiti

Come già noto, si tratta di sconti in bolletta per garantire un risparmio di spesa ai consumatori in condizione di disagio economico/fisico e alle famiglie numerose. Si rammentano i requisiti che consentono di rientrare nella platea dei beneficiari:
Condizione di disagio economico (bonus elettrico e gas)

Possono ottenere i bonus i clienti domestici intestatari di un contratto di fornitura appartenenti a:

– famiglie con ISEE non superiore a 8.265 Euro;

– famiglie con almeno 4 figli a carico con ISEE non superiore a 20.000 Euro.
Possono inoltre ottenere i bonus i clienti appartenenti ad un nucleo familiare titolare del reddito di cittadinanza o pensione di cittadinanza.
Condizione di disagio fisico (bonus elettrico)

– previsto per i casi di malattia che renda necessario l’utilizzo di apparecchiature
elettromedicali indispensabili per il mantenimento in vita;

– è cumulabile con il bonus per disagio economico.

Il valore economico dei bonus dipende da vari criteri e viene aggiornato ogni anno da ARERA. Si riportano di seguito i valori minimo e massimo previsti per l’anno 2020:

– BONUS ELETTRICO DISAGIO ECONOMICO: da € 125 a € 173;
– BONUS ELETTRICO DISAGIO FISICO: da € 185 a € 663;
– BONUS GAS: da € 32 a € 264.

Per la presentazione della domanda è necessario rivolgersi in Comune o presso il diverso ente dallo stesso designato (es. CAF). È stato previsto che il riconoscimento dei bonus diverrà automatico in base all’ISEE (senza più necessità di presentare domanda) a partire dal 2021, misura significativa in quanto molti dei potenziali beneficiari non hanno in questi anni presentato istanza.

Il CRTCU è a disposizione per informazioni e consulenze in materia di energia telefonando allo 0461984751 o scrivendo a info@centroconsumatori.tn.it .