VIDEONEWS & sponsored

(in )

CORTE CONTI – TRENTO (SEZIONE CONTROLLO) * COMUNE DI ROVERETO: « RILEVATE CARENZE NELLA VERIFICA FINANZIARIA, L’ENTE DEVE ASSICURARE PUNTUALE STESURA DEI CRONOPROGRAMMI » (ALLEGATO PDF)

Con una sentenza articolata in 20 pagine, gran parte delle quali dedicate al quadro normativo e all’analisi dei documenti contabili richiesti al Comune di Rovereto, la Corte dei Conti di Trento ha sollevato circostanziate perplessità sulla correttezza dei processi di rendicontazione di Palazzo Pretorio circa gli adempimenti relativi alla rendicontazione del bilancio amministrativo del 2018.

I giudici, riuniti in camera di consiglio telematica, hanno rilevato che sono imputabili al Comune di Rovereto ”criticità” per non aver operato entro i termini stabiliti di legge la verifica dovuta per legge (ossia la verifica su quanto impegnato a bilancio e quanto effettivamente utilizzato/impiegato) e quindi di non aver garantito il corretto calcolo del saldo di finanza pubblica, ma anche di non aver espletato nei tempi dovuti le conseguenti comunicazioni alla Provincia Autonoma di Trento, anche quelle dovute per legge.

I rilievi della Corte dei Conti hanno pertanto accertato – come si legge nel dispositivo della sentenza nr. 279 che di seguito riportiamo integralmente – che l’ente deve assicurare una più puntuale stesura dei cronoprogrammi, specie per le iniziative di investimento, deve poi contenere le spese (secondo i giudici ha assunto più del dovuto) e migliorare le ”carenze” nei sistemi di controllo interno che sono state rilevate.

Il Comune di Rovereto ora dovrà non solo migliorarsi nella sua prassi amministrativa ma anche pubblicare la sentenza del magistrato relatore, Tullio Ferrari, sul sito del Comune come atto di trasparenza verso il cittadino.

 

[pdf-embedder url=”https://www.agenziagiornalisticaopinione.it/wp-content/uploads/2021/01/9999.pdf”]