VIDEONEWS & sponsored

(in )

COPPOLA (FUTURA) * LAVORI AULA CONSIGLIO PAT: « TRISTE BILANCIO DI UN ALTRETTANTO TRISTE ASSESTAMENTO DI BILANCIO »

Probabilmente nella serata odierna, dopo giorni di un muro contro muro che ha visto la Giunta provinciale opporsi ad ogni possibile apertura verso temi per noi consiglieri di Futura fondamentali, verrà approvato il Bilancio di Assestamento 2019-2021.

Riguardo agli emendamenti proposti in dirittura d’arrivo dal Presidente Fugatti e sostenuti da alcuni partiti di minoranza, e sui quali come consiglieri di Futura Solidarietà e Partecipazione ci siamo astenuti, ritengo che siano del tutto inadeguati rispetto alle tematiche così stringenti di cui trattano: la scuola, le lingue straniere, le agevolazioni fiscali per le donne lavoratrici relativamente alla maternità, la conciliazione tra lavoro e famiglia e persino, udite, udite, il fatto di “sentire” l’organismo che raggruppa le associazioni che hanno realizzato interventi di solidarietà internazionale.

Il tutto dopo aver abolito con un colpo di spugna il finanziamento ai progetti di Cooperazione Internazionale, pari allo 0,25% del bilancio provinciale, che ammonta a 10 milioni di euro. Ciò significa, in pratica, togliere ai cittadini trentini l’ incredibile somma di 5 centesimi al giorno a testa! Ricordo che le suddette associazioni non sono mai state interpellate, se non a seguito di una recente manifestazione.

E quanto sarebbe stato importante per la Giunta al fine di comprendere la pluralità di progetti, che non hanno paternità politiche o partitiche ma un nobile fine: interloquire con chi lavora, con coscienza e generosità, da tutto il Trentino, in questo importante ambito! Dopo aver sperimentato per nove giorni l’assenza assoluta di una reale negoziazione, che normalmente sarebbe il sale della relazione tra maggioranza e minoranza, abbiamo imparato che alla fine è su cose abbastanza ininfluenti, e in extremis, che ci si confronta. Attribuendosi poi magari meriti sostanziali e pure formali per aver tenuto insieme un consiglio provinciale che più diviso e contrapposto di così non poteva essere.

Quindi esprimo profonda tristezza per decisioni unilaterali che non hanno mai preso seriamente in considerazione le proposte di coloro che hanno cercato, costruttivamente, un avvicinamento che migliorasse l’assetto generale di una manovra di bilancio che non può e non deve essere patrimonio di una sola parte, quella che governa, ma che deve anzi avere attenzione, considerazione e rispetto per tutti i cittadini, nessuno escluso. Lavorando meno sulle differenze e su una contrapposizione muscolare, che si basa su rapporti di forza (noi abbiamo vinto le elezioni!), e più sulla coesione sociale. Valore assoluto che nessun governo, nell’esercizio delle sue funzioni, dovrebbe mai dare per scontato.

 

*

Lucia Coppola, consigliera provinciale di Futura Solidarietà e Partecipazione