VIDEONEWS & sponsored

(in )

COPPOLA (FUTURA) – INTERROGAZIONE * SPOSTAMENTI: « LA PAT INTENDE RIAPRIRE I PERCORSI CICLABILI E PEDONALI DI INTERESSE PROVINCIALE PER CHI SI RECA AL LAVORO? »

L’ordinanza del Presidente della Provincia del 13 aprile 2020, detta disposizioni relative a misure straordinarie per la gestione dell’emergenza sanitaria legata alla diffusione della sindrome da Covid-19. Stabilisce che, al fine di evitare spostamenti incontrollati di persone e quindi evitare occasioni di possibili assembramenti, è ordinata la chiusura al pubblico della rete dei percorsi ciclabili e pedonali di interesse provinciale nonché, fatta eccezione per gli spostamenti necessari per esigenze lavorative, il divieto di transito sulle reti ciclabili di carattere comunale o sovracomunale.

Nelle giornate scorse sono state elevate delle multe a persone sorprese in bicicletta sulla ciclabile provinciale che corre lungo l’Adige, nonostante le stesse avessero spiegato che si stavano recano al lavoro.

E’ difficile capire il discrimine tra il divieto assoluto di percorrere le ciclabili provinciali e la possibilità invece di farlo su quelle comunali o sovracomunali se ci si reca al lavoro.

Tutte le ciclabili dovrebbero poter essere percorse se il motivo è il raggiungimento della sede lavorativa. Difficile pensare a un sovraffollamento della ciclabile. Si ritiene anzi che l’uso della bicicletta debba essere assolutamente incentivata.

Ciò premesso interrogo il Presidente della Provincia di Trento per sapere:

se intenda modificare l’ordinanza del 13 aprile scorso, permettendo la percorrenza in bicicletta della rete dei percorsi ciclabili e pedonali di interesse provinciale a chi si reca al lavoro.

 

*

Cons. Lucia Coppola