VIDEONEWS & sponsored

(in )

COPPOLA (FUTURA) – INTERROGAZIONE * COVID – FASE 2: « RISPETTATE LE DISTANZE DI SICUREZZA SUI MEZZI PUBBLICI DI TRASPORTO EXTRAURBANI E URBANI? »

In questi giorni si stanno mettendo a punto le disposizioni per la fase 2 della pandemia Covid.

Ora, in piena fase 1, mantenere la distanza sociale oltreché usare scrupolosamente mascherine e guanti sono disposizioni inderogabili e probabilmente le uniche che possono contenere la diffusione del contagio. Purtroppo ricevo segnalazioni da parte di utenti del trasporto pubblico, soprattutto extraurbano, che denunciano casi di affollamento sui mezzi di trasporto pubblico, con persone in piedi vicino a quelle sedute.

E’ evidente che in questa situazione la distanza di sicurezza non viene rispettata. Ciò dipende anche dal fatto che autobus e pullman possono viaggiare a pieno carico, trasportando in certi casi anche 40 o 60 persone, soprattutto se verrà ampliato il numero delle attività lavorative consentite. Sarebbe dunque ragionevole fissare dei limiti al numero delle persone trasportabili, per non vanificare le disposizioni di sicurezza (distanza, guanti e mascherina) che certamente verranno mantenute anche nei prossimi mesi.

Se la limitazione della possibilità di spostamento per le persone verrà mantenuta anche nella fase 2, occorrerà autorizzare i controllori a verificare la correttezza delle autocertificazioni oppure prevedere un tesserino per chi è autorizzato a recarsi al lavoro.

 

*

Ciò premesso interrogo il presidente della Provincia di Trento per sapere:

se vengono effettuati dei controlli giornalieri sul numero di accessi al servizio di trasporto pubblico urbano e extraurbano;

quali sono ad oggi le corse più frequentate;

se sia stato stabilito un numero massimo di persone che possono salire sugli autobus e corriere;

se non ritenga che dovrebbero essere impartite istruzioni affinché da subito sia vietato sia sostare in piedi sui mezzi di trasporto (autobus), sia mantenere una certa distanza utilizzando alternativamente i posti a sedere, in modo da evitare che vi siano persone su sedili adiacenti.

 

*

Cons. Lucia Coppola