News immediate,
non mediate!
Categoria news:
LANCIO D'AGENZIA

COPPOLA (FUTURA) – INTERROGAZIONE * AGRICOLTURA: « LA PAT INTENDE MANTENERE INVARIATI I CONTRIBUTI PER LA CERTIFICAZIONE E IL CONTROLLO DEI PROCESSI PRODUTTIVI BIOLOGICI? »

Scritto da
14.55 - mercoledì 04 novembre 2020

Il Piano di Sviluppo Rurale (PSR) 2014 – 2020 della Provincia autonoma di Trento prevede la possibilità di accedere a specifici interventi a sostegno dell’agricoltura biologica attraverso la Misura 11 – Agricoltura biologica.

Tale Misura sostiene la conversione all’agricoltura biologica ed il suo mantenimento. Uno degli elementi fondamentali che caratterizzano l’agricoltura biologica è l’utilizzo prevalente di risorse rinnovabili nell’ambito di sistemi agricoli organizzati. I metodi di agricoltura biologica prevedono rotazioni colturali, impiego di specie e varietà resistenti e metodi di lotta biologica, riutilizzo di sottoprodotti di origine animale o vegetale, divieti di uso di sostanze di sintesi (fertilizzanti, fitosanitari, antibiotici) e di Ogm. La produzione biologica vegetale tende a mantenere e a potenziare la fertilità del suolo nonché a prevenirne l’erosione.

La legge provinciale 28 marzo 2003, n. 4 “Sostegno dell’economia agricola, disciplina dell’agricoltura biologica e della contrassegnazione di prodotti geneticamente non modificati” all’articolo 47 prevede la possibilità di concedere un contributo per le spese sostenute per il controllo e la certificazione del processo produttivo biologico.

 

*

Ciò premesso interrogo il presidente della Provincia e l’assessora competente per sapere:

se la Provincia intenda mantenere invariati i contributi per la certificazione e il controllo dei processi produttivi biologici;
in caso di risposta negativa si chiede di conoscere quali saranno i criteri di riassegnazione di tale contributo che verranno adottati con una prossima delibera, tenendo

conto dell’importanza che la produzione biologica e il sostegno degli operatori hanno su tutto il comparto agricolo;

si chiede di conoscere, nella eventualità di una riduzione dei contributi, la percentuale di aziende che verrebbero escluse, specificando il dato per ciascuna Comunità di valle della nostra provincia.

 

*

Cons. Lucia Coppola

Categoria news:
LANCIO D'AGENZIA

I commenti sono chiusi.