PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO

"Il Trentino news" (puntata n° 9)

Di fronte all’impellente esigenza di agire per arginare l’emergenza dell’inquinamento da plastica, risulta fondamentale il sostegno dell’amministrazione pubblica, quale promotore di ogni azione possibile di contrasto a questo fenomeno. Un modo inoltre per rispondere, con azioni concrete, ai ragazzi ed agli studenti che nella settimana dal 20 al 27 settembre 2019 hanno manifestato chiedendo una maggiore sensibilità e rispetto verso il territorio e l’ambiente.

Si ritiene che anche tra i banchi di scuola la sostenibilità debba diventare una priorità. Un segnale è l’eliminazione anche negli istituti scolastici trentini delle bottigliette di plastica a favore di borracce di alluminio, igieniche e riutilizzabili.

Iniziative in tal senso sono state promosse in molte città e paesi italiani. Capofila è stata Milano che, all’inizio dell’anno scolastico, ha distribuito centomila borracce in alluminio agli studenti delle scuole elementari e medie. A ruota sono seguite, con vari progetti, città come Brescia dove sono state distribuite in ventinove scuole pubbliche e paritarie 7500 borracce in alluminio e 17 mila saranno destinate alle matricole dell’Università degli Studi di Brescia. Poi Modena, Firenze, Forlì Cesena e moltissimi comuni da nord a sud dell’Italia. Molte di queste iniziative hanno trovato come sponsor le società di erogazione di luce, acqua e gas, con l’idea di promuovere contemporaneamente l’uso dell’acqua pubblica, buona e controllata.

L’obiettivo di questi progetti è quello di migliorare la sensibilità ambientale dei giovani e avviare un processo mirato alla progressiva riduzione dell’utilizzo della plastica monouso. Sensibilizzare quindi le future generazioni di adulti a partire dai banchi di scuola, con iniziative che si inseriscono in un piano di educazione ambientale.

 

*

Tutto ciò premesso

il Consiglio della provincia autonoma di Trento impegna la Giunta provinciale a:

valutare la possibilità, anche di concerto con i Comuni del Trentino, di provvedere alla distribuzione di bottiglie di alluminio agli studenti delle scuole di ogni ordine e grado della Provincia di Trento;

valutare la possibilità con l’Università di Trento di provvedere annualmente alla distribuzione di bottiglie di alluminio a tutti i nuovi immatricolati;

a valutare la possibilità di trovare degli sponsor che intendano investire nella sostenibilità ambientale, a sostegno di questa iniziativa.

 

*

Lucia Coppola

consigliera provinciale Futura 2018