VIDEONEWS & sponsored

(in )

COPPOLA (FUTURA) * ASSESTAMENTO BILANCIO PAT: « LA LEGGE 4 DEL 15/3/2015 RICONOSCE COME FONDAMENTALE IL CONTRIBUTO ALL’ATTIVITÀ DI PACE E SOLIDARIETÀ FRA I POPOLI »

Coppola riprende il tema della Cooperazione Internazionale e ricorda che la Legge provinciale n.4 del 15 marzo 2015 riconosce come fondamentale per il Trentino il contributo all’auto sviluppo, all’attività di pace e solidarietà fra i popoli e al rispetto dei diritti umani.

Dunque, non mero assistenzialismo ma processo partecipativo che si impegna per l’autosufficienza delle popolazioni con le quali interagisce perciò è particolarmente triste e ingiusta l’eliminazione della quota fissa dello 0,25 % del bilancio provinciale (che ammonta a 4,5 miliardi di euro!). Quota di molto inferiore allo 0,7 % del Pil raccomandato dalle Nazioni Unite. Siamo e restiamo una provincia ricca che potrebbe permettersi di essere generosa e solidale con chi in altre parti del mondo soffre. Particolarmente deprecabile tassare i redditi più bassi, sotto i ventimila euro, facendo cassa su una platea di 150 mila persone, precari, pensionati, donne che fanno part time, abolendo le agevolazioni fiscali previste sull’Irpef.

Secondo Coppola, investire su una scuola, considerata di qualità, come da testi Invalsi, non significa mettere in atto alla spicciolata una mini riforma senza sentire la scuola nelle sue varie componenti. La fretta rischia di essere una cattiva consigliera, riflessioni più accurate avrebbero riguardato il previsto ridimensionamento del trilinguismo, posta l’importanza dell’apprendimento delle lingue straniere, cercando di modulare i percorsi, formare insegnanti, lavorare sui tempi e i modi di apprendimento. Sulla figura del Sovrintendente è importante precisare che dovrebbe, come nel passato, essere una figura di raccordo e interlocuzione tra il potere politico e la scuola nel suo insieme, e non uomo alle strette dipendenze dell’assessore come parrebbe. La terzietà è dirimente.

Sul turismo Coppola apprezza il sostegno a nuove forme di aggregazione tra imprenditori, come albergo diffuso e Condhotel, ma la montagna resta luogo fragile e prezioso. Il turismo deve essere sostenibile, no ai caroselli delle jeep, al rumore, al consumo di suolo. Ritiene fondamentale impegnarsi per contrastare gli effetti devastanti del cambiamento climatico e intervenire riqualificando l’assetto idro-geologico, biologico, faunistico che ora è stato pesantemente compromesso dai tragici eventi dovuti ai nubifragi e al vento, a fine ottobre 2018.

Sì alla riqualificazione anche energetica degli edifici e rispetto della sacralità dei monti con un turismo leggero, sostenibile, dolce. A misura di tutti, bambini, anziani, disabili.

Bonus bebè da estendere a tutta la fascia zero tre anni, impegnandosi per sostenere il lavoro femminile, per la conciliazione dei tempi di cura, per il congedo di paternità, per una cultura che nelle famiglie, sui luoghi di lavoro e a scuola orienti al rispetto e alla condivisione.

 

*

Gruppo Consiliare Provinciale FUTURA – Partecipazione e Solidarietà