PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO

"Il Trentino news" (puntata n° 17)

Palazzo della Regione di Trento: a che punto sono i lavori di ristrutturazione e risanamento? Nel lontano 2008 la Giunta regionale del Trentino Alto Adige/Südtirol si era impegnata a “predisporre uno studio per la trasformazione del Palazzo della Regione da edificio energivoro ed impattante sull’ambiente e sul clima a Palazzo autosufficiente e modello dal punto di vista energetico e dell’impatto architettonico, ambientale e climatico”.

Da una risposta del dicembre 2015 ad una interrogazione che chiedeva conto di quanto fatto sino ad allora, si evince che si era provveduto all’installazione di un impianto fotovoltaico posizionato sulla copertura del deposito logistico-archivio regionale di via Salorno 14 a Trento, che all’epoca aveva prodotto circa 30.000 energia kW/h dei quali 25.000 erano stati immessi nella rete elettrica territoriale e i restanti erano stati utilizzati per l’alimentazione di tutti gli impianti presenti nell’immobile.

Inoltre si sosteneva che nella programmazione 2015-2017, compatibilmente con risorse umane e finanziarie e autorizzazioni, si sarebbe provveduto alla sostituzione di tutti i serramenti del Corpo Giunta e alla sanificazione dei canali dell’aria primaria relativi al Corpo stesso, oltreché alla ristrutturazione di tutti i bagni del Corpo Assessorati.

Nella risposta era stato sottolineato che le carenze di coibentazione e le inefficienze di climatizzazione del Palazzo della Regione avrebbero dovuto essere assolutamente sanate.

Ora è noto che la ristrutturazione della Sala di Rappresentanza si è conclusa, ma per quanto riguarda gli altri lavori in programma si interroga il Presidente della Regione per sapere:

se sia ancora nelle intenzioni della Giunta garantire l’autosufficienza energetica del Palazzo della regione e in caso di risposta affermativa come;

se sono stati sanificati i canali dell’aria primaria relativi al Corpo Assessorati del Palazzo della Regione;

se sono stati cambiati tutti i serramenti del Corpo Giunta (Sala di Rappresentanza esclusa);

se sono stati ristrutturati tutti i bagni del Corpo Assessorati;

se si è intervenuti sulle carenze di coibentazione e sulle inefficienze di climatizzazione del Palazzo della Regione;

se non si è ancora intervenuti in merito ad alcuni dei quesiti oggetto di interrogazione, quando si intende procedere per permettere al Palazzo della Regione di divenire, come auspicato, un modello dal punto di vista energetico, ambientale e climatico, garantendo anche la salubrità dei locali dove lavorano parecchie persone.

 

*

LUCIA COPPOLA

PAOLO GHEZZI

consiglieri regionali Futura 2018