VIDEONEWS & sponsored

(in )

COPPOLA E GHEZZI (FUTURA) – INTERROGAZIONE * SOVRINTENDENTE SCOLASTICA: « QUALI SONO LE SUE IDEE INNOVATIVE SULLA SCUOLA »

La legge provinciale 6 agosto 2019, n. 5 (Assestamento del bilancio di previsione della Provincia autonoma di Trento per gli esercizi finanziari 2019-2021) ha introdotto con il nuovo articolo 36 bis della LP 7 agosto 2006, n. 5 (legge provinciale sulla scuola 2006) la figura del sovrintendente scolastico provinciale, incardinato all’interno del Dipartimento competente in materia di istruzione.

La legge prevede che l’incarico dirigenziale di sovrintendente sia conferito direttamente dalla Giunta provinciale a un dirigente scolastico o a personale dipendente della Provincia secondo quanto previsto dalla legge provinciale 3 aprile 1997, n. 7 (legge sul personale della Provincia 1997). L’incarico può essere conferito a persone estranee all’amministrazione, ai sensi della legge sul personale della Provincia 1997, con riconosciuta esperienza e competenza nell’ambito della scuola e con il possesso dei requisiti prescritti per l’accesso alla qualifica di dirigente.

Tra le funzioni attribuite al sovrintendente dal comma 3 dell’articolo 36 bis della legge provinciale sulla scuola 2006:

stimolare e promuovere, anche nelle relazioni con le istituzioni scolastiche, l’innovazione didattica e metodologica e supporta il Dipartimento competente nell’analisi di impatto delle iniziative innovative;

formulare proposte e fornire supporto per lo sviluppo dell’autonomia scolastica;

vigilare sul regolare andamento delle funzioni ed attività in materia di istruzione primaria e secondaria;

coordinare e sovrintendere, sotto il profilo funzionale, lo svolgimento dell’attività ispettiva da svolgersi all’interno delle istituzioni scolastiche provinciali;

esplicare funzioni di supporto tecnico-didattico nei confronti della Giunta provinciale;

essere membro di diritto del Consiglio del sistema educativo provinciale e del Comitato tecnicoscientifico dell’Istituto provinciale per la ricerca e la sperimentazione educativa (IPRASE);

rappresentare, su incarico specifico, il Sistema educativo provinciale nelle relazioni con il Ministero competente in materia di istruzione.

Risulta evidente che la scelta del sovrintendente scolastico sia politica, essendo questa figura nominata direttamente dalla Giunta provinciale. Gli scriventi ritengono che il sovrintendente debba essere garante del rispetto dell’autonomia delle istituzioni scolastiche e formative e che la sua peculiarità debba essere la terzietà e autonomia dal potere politico. Solo così il Sovrintendente può essere un vero riferimento per le/gli insegnanti, per le/i dirigenti e per tutti coloro che a vario titolo compongono il variegato mondo scolastico che in questo momento, e pure negli anni scorsi per la verità, con grande fatica si confronta e dialoga con chi governa.

Con la delibera n. 1228 del 12 agosto 2019 dal primo settembre è stata nominata a sovrintendente la dott.ssa Viviana Sbardella, dirigente scolastica.

A tre mesi dall’inizio della sua attività si interroga il presidente della Provincia di Trento e l’assessore competente per sapere:

in che modo la sovrintendente sta stimolando e promuovendo, anche nelle relazioni con le istituzioni scolastiche, l’innovazione didattica e metodologica, recuperando inoltre le migliori esperienze didattiche e progettuali maturate dalle scuole per poi immetterle nel sistema scolastico;

nel suo ruolo di supporto tecnico alla Giunta quali nuovi temi abbia inaugurato per poi successivamente affrontarli e rimodularli assieme all’assessorato;

quanta autonomia reale dalla politica abbia la figura della sovrintendente cosi come ora concepita, considerato tra l’altro che la sua nomina è politica;

quali sono le istanze che la sovrintendente scolastica ha raccolto in questi mesi facendo rete con le scuole;

se si intenda chiarire con maggior puntualità come la figura della sovrintendente si interfaccerà con la scuola trentina e i dirigenti scolastici;

se sono stati definiti gli uffici che affiancheranno e supporteranno la sovrintendente.

 

*

Lucia Coppola
Paolo Ghezzi
consiglieri provinciali FUTURA