PROVINCIA AUTONOMA TRENTO

"Trentino news" - settimanale di informazione -

- - - - - -

 

PROVINCIA AUTONOMA TRENTO

"Giornata dell'Autonomia" - video Tv integrale -

Nelle intenzioni della Provincia il nuovo Polo ospedaliero di Trento doveva essere ultimato entro il 2016, ma sono passati venti anni da quando si è partiti con questo progetto e la strada per la realizzazione si preannuncia ancora lunga e tortuosa.

L’avvio dell’iter risale al lontano 1999, ma si è dovuti arrivare al dicembre 2011 per il primo bando. Nel 2016 vi fu un secondo concorso di progettazione a cui è seguito nell’ottobre 2018 un secondo bando.

Non si desidera in questa sede ripercorrere l’ormai noto lungo e travagliato iter che ha portato il Trentino, dopo venti anni, a non avere ancora un nuovo ospedale.
Un ritardo che non ha bisogno di commenti ulteriori, ma preme evidenziare la montagna di denaro pubblico buttato al vento, le incalcolabili perdite per le aziende coinvolte e le spese per la manutenzione dell’ospedale Santa Chiara di Trento, ormai alla saturazione e bisognoso di continui interventi conservativi.
Ora, a quasi un anno dalla pubblicazione della gara e a quattro mesi dall’arrivo di due offerte, manca la nomina ufficiale della Commissione incaricata di valutare le offerte stesse e quindi avviare la procedura.

 

Tutto ciò premesso si interroga il presidente della Giunta provinciale e l’assessora competente per sapere:

a quanto ammontano i costi della manutenzione straordinaria dell’Ospedale Santa Chiara, effettuati negli ultimi cinque anni;
se siano in previsione nuovi interventi di manutenzione dell’ospedale S.Chiara:
a quanto ammontano le spese sostenute sino ad ora per l’iter di progettazione del Not;
quali siano i tempi previsti per la nomina della commissione incaricata di valutare le offerte pervenute;
quali ritengano siano i tempi approssimativi per la verifica delle offerte pervenute;
se sia stata stimata una data approssimativa di inizio dei lavori per la realizzazione del Not e quanto si ritenga possano durare i lavori.

 

*

Lucia Coppola

Paolo Ghezzi

consiglieri provinciali FUTURA