Si è concluso oggi in Aula consiliare l’iter del disegno di legge proposto da Futura sul riconoscimento delle valli senza barriere, senza auto e delle valli del silenzio. Il disegno di legge ha sollevato, sia in sede di commissione che in Aula, un ampio e costruttivo dibattito. La Giunta provinciale pur condividendone i contenuti, ha respinto il disegno di legge, ritenendo che quanto previsto possa essere attuato per via amministrativa.

Per dare maggiore forza a questa apertura della Giunta abbiamo presentato un ordine del giorno, che è stato approvato a maggioranza, con il quale si chiede l’impegno della Giunta, in collaborazione con i Comuni, i Parchi naturali e tutti gli enti deputati e in condivisione con la popolazione che vive e lavora sul territorio, a potenziare ed ampliare le esperienze di miglioramento dell’accessibilità dei luoghi di montagna alle persone con difficoltà motorie e intellettive, ottimizzando ed estendendo le limitazioni al traffico nelle zone di montagna e riconoscendo il valore, anche in chiave turistica, delle aree che, per loro natura, sono caratterizzate da peculiari condizioni di silenzio e di tranquillità, al fine di promuovere la rigenerazione nel silenzio della natura.

Futura vigilerà sull’attuazione dell’ordine del giorno convinta che, seguendo questo percorso, il Trentino potrà cogliere l’opportunità non solo di migliorare l’ambiente ma di qualificare la propria offerta turistica anche a livello internazionale e soprattutto trasmettere alle future generazioni un patrimonio naturalistico di enorme valore, anche economico.

 

*

Lucia Coppola

Paolo Ghezzi

consiglieri provinciali FUTURA