PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO

"Il Trentino news" (puntata n° 17)

Alla Ministra delle Infrastrutture e dei Trasporti Paola De Micheli

 

Mittente: Coordinamento No Valdastico Nord – A31

Coordinamento composto da 31 Associazioni, a carattere sociale, locale e nazionale, di promozione del territorio nel rispetto delle caratteristiche ambientali e della vocazione agricola e turistica della provincia Autonoma di Trento.

Oggetto: “Studio di fattibilità” Valdastico Nord – A31

Dalle notizie pubblicate recentemente dai media, si evince che la società concessionaria dell’autostrada A4, ha depositato, presso il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, un documento di fattibilità, relativo al completamento dell’autostrada Valdastico Nord A31, in territorio trentino. Tale documento è stato già depositato presso codesto Ministero?

I sottoscritti soggetti costituenti il Coordinamento No Valdastico Nord – A31 non conoscono nè la natura e né i contenuti del suddetto documento.

Nell’evidenziare che vi è stato un pronunciamento, con sentenza, del Consiglio di Stato sul precedente progetto definitivo, si pongono all’attenzione delle Autorità in oggetto le seguenti richieste:

1)      Il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti intende rendere pubblico lo “studio di fattibilità”? Se sì, entro quale data?

2)      Dalla lettura dei giornali non è comprensibile la natura giuridica di tale “studio di fattibilità”. Il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti intende rendere noto la caratteristica di tale documento e in particolare se si tratta di un generico studio sul collegamento autostradale o di progetto di fattibilità tecnica ed economica previsto nell’art. 23 del nuovo Codice degli Appalti

(D.l.vo 18 aprile 2016, n.50 “ Codice dei contratti pubblici”e ss.mm. – G.U. n.91 del 19.04.2016) ?

3)      La concessionaria A4, Il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, la Provincia Autonoma di Trento, la Regione Veneto quale metodo intendono adottare per il coinvolgimento della cittadinanza, dei comuni interessati, degli stakeholders, nelle decisioni relativamente alla realizzazione dell’opera (dibattito pubblico, consultazioni, processo partecipativo)?

4)      A quanto ammonta il costo dello “studio di fattibilità”, elaborato dalla concessionaria A4?

5)      Nel caso “lo studio di fattibilità” avesse la natura di  progetto di fattibilità tecnica ed economica, così come previsto dal nuovo Codice degli Appalti, la società Concessionaria A4 ha presentato il documento di fattibilità delle alternative progettuali, così come previsto dal comma 5 dell’art. 23 del nuovo Codice degli Appalti ( D.l.vo 18 aprile 2016, n.50 “ Codice dei contratti pubblici”e ss.mm. – G.U. n.91 del 19.04.2016)?

6)      Rientra tra le eventuali alternative progettuali, in ossequio al Protocollo dei Trasporti della Convenzione delle Alpi, il potenziamento della linea ferroviaria della Valsugana (elettrificazione, raddoppio, rifacimento gallerie, ottimizzazione del tracciato e miglioramenti) da adibire anche al trasporto merci?

7)      Qual è il costo totale dell’opera dichiarato dalla società concessionaria A4 nello “studio di fattibilità”?

8)      E’ stata nominata, presso il Ministero delle Infrastrutture, la Commissione Nazionale per il Dibattito Pubblico, così come previsto dall’art. del DPCM 10 maggio 2018, n. 76 “Regolamento recante modalità di svolgimento, tipologie e soglie dimensionali delle opere sottoposte a dibattito pubblico”?

Nel denunciare pubblicamente la manovra, condotta a cura della società concessionaria dell’autostrada A31, di implementare opere di compensazione, a vantaggio dei comuni interessati, consistenti in un miglioramento della rete stradale, che assume carattere al limite della liceità e sicuramente non rispettosa nei confronti dei soggetti anche istituzionali, che da anni lottano per la salvaguardia dell’ambiente e la tutela del paesaggio del territorio in cui vivono, si richiede altresì un immediato recesso da tali pratiche. Alla devastazione del territorio non si risponde proponendo opere aggiuntive che hanno come unico scopo un improbabile consenso delle comunità interessate!

Pertanto, il Coordinamento NO VALDASTICO NORD – A31, nel ribadire la totale opposizione alla progettazione e realizzazione del completamento dell’infrastruttura autostradale, intende informare e sensibilizzare i cittadini residenti, le associazioni, gli organi istituzionali interessati e gli stakeholder sull’inutilità e sulla dannosità dell’opera, indipendentemente dai tracciati proposti.

A tal proposito alcuni consigli comunali, tra i quali Rovereto, Riva del Garda, Trambileno, Vallarsa, Besenello, Mori, Terragnolo, Villa Lagarina, Nomi, si sono espressi in tal senso approvando mozioni a maggioranza.

In attesa di ricevere cortese riscontro, dando la massima disponibilità per partecipare ad un incontro, l’occasione è gradita per porgere distinti saluti.

Il Coordinamento

ACSD Tra le Rocce e il Cielo
Associazione La Pimpinella
Associazione Marcolina per la Tutela del Territorio
Amici della Terra – sez. Alto Garda e Ledro
Circolo Ricreativo “Amici di Foppiano”
Coro “La Valle” di Terragnolo
CS Bruno
ENPA – sez. Trentino
GaSud Rovereto – gruppo acquisto solidale di Rovereto e zone limitrofe
Gruppo Culturale UCT – Uomo Città Territorio
Gruppo Italiano  Amici della Natura
Italia Nostra –  sez. trentina
LAC – sez. Trentino Alto Adige/Südtirol
LAV Italia
Ledro Inselberg
Legambiente – Circolo di Trento
LIPU – sez. Trentino
Medicina Democratica – sez. Trentino
Medici per l’Ambiente ISDE – sez. Trentino
Mountain Wilderness Italia
NO TAV Mamme Marco
OdV A Maloca
Organizzazione Internazionale Protezione Animali – sez. Trento
RIserva Cacciatori di Terragnolo
SOS Anfibi ONLUS
SOS Anfibi – gruppo di Vicenza
Terragnolo Eventi
Val d’Astico Libera
WWF Italia
WWF – O.A. Trentino
YAKU

 

 

 

 

 

 

 

Alla Ministra delle Infrastrutture e dei Trasporti

 

Paola De Micheli

 

segreteria.ministro@pec.mit.gov.it

 

e p.c.

 

Al Ministro dell’Ambiente e della tutela del territorio e del mare

 

Sergio Costa

 

segreteria.ministro@pec.minambiente.it

Al Presidente della Provincia Autonoma di Trento

 

Mauro Fugatti

 

presidente@pec.provincia.tn.it

 

 

Al Presidente della Regione Veneto

 

Luca Zaia

 

protocollo.generale@pec.regione.veneto.it

 


Ai comuni di:


Besenello

comunedibesenello@pec.it


Mori

protocollo@pec.comune.mori.tn.it


Nomi

comune@pec.comune.nomi.tn.it


Riva del Garda

comune.rivadelgarda.tn.it@cert.legalmail.it

 

Rovereto

comunerovereto.tn@legalmail.it

 

Terragnolo

posta@pec.comune.terragnolo.tn.it

 

Trambileno
posta@pec.comune.trambileno.tn.it


Villa Lagarina
villalagarina@legalmail.it


Vallarsa

vallarsa@legalmail.it

 

CONSORZIO DEI COMUNI TRENTINI

 

consorzio@pec.comunitrentini.it

 

(argomento di interesse dell’intera Provincia di Trento, si prega di inoltrare a tutti i Comuni della Provincia di Trento)

 

 

Regione Trentino Alto Adige

 

regione.taa@regione.taa.legalmail.it

presidente@pec.regione.taa.it

 

PROVINCIA AUTONOMA DI BOLZANO – ALTO ADIGE

 

Presidente

 

Arno Kompatscher

 

Presidente del Consiglio Provinciale

Provincia Autonoma di Bolzano

 

Josef Noggler

presidente@consiglio-bz.org

adm@pec.prov.bz.it

presidente@provincia.bz.it

 

 

EUROPAREGION

EUREGIO

 

info@europaregion.info

 

GOVERNO FEDERALE AUSTRIACO

 

Cancelliere:

 

Brigitte Bierlein

 

Portavoce :

 

Natascha Burger

 

natascha.burger@bka.gv.at

 

 

COMMISSIONE EUROPEA

 

Europamanagement@ec.europa.eu

 

ANAC

Autorità Nazionale Anticorruzione

 

protocollo@pec.anticorruzione.it