VIDEONEWS & sponsored

(in )

CONSORZIO NAZIONALE SANTI CRISPINO E CRISPINIANO VIGEVANO (PV) * ” FESTA DEL LAVORO-FESTA DELL’UOMO “: « AL VIA IL 26, 27 E 28 OTTOBRE »

La “Festa del Lavoro-Festa dell’Uomo”, organizzata dal Consorzio nazionale dei Santi Crispino e Crispiniano (sede a Vigevano), si svolgerà nelle giornate del 26, 27 e 28 ottobre. Giunta alla trentanovesima edizione, la festa vivrà due momenti principali.

Sabato alle ore 21, presso il Teatro civico Cagnoni, avrà luogo la proclamazione dei nuovi lavoratori dipendenti e imprenditori insigniti del premio “Fedeltà al lavoro”, con la consegna dei simboli del premio stesso (un mantello; un distintivo con lo stemma del Consorzio che ef gia il blasone di papa Giovanni XXIII; una pergamena). Alla cerimonia prenderà parte il cardinale Severino Poletto, arcivescovo emerito di Torino. La serata si concluderà con un concerto dell’Orchestra “Universum Project Band” (musiche dagli anni Sessanta agli anni Ottanta).

Il premio verrà conferito a cinque dipendenti (di Vigevano, Ancona e Arezzo; tutti con oltre trenta anni di lavoro alle spalle, in qualche caso oltre quaranta), e a quindici im- prenditori selezionati in tutta Italia ed anche in Spagna. Tra di loro, gli imprenditori ve- neti Roberto Badon (Calzaturi cio De Robert di Saonara, Padova), Bernardo Finco (Conceria Finco di Bassano del Grappa, Vicenza), Cristiano Zanella (Zanella Engineering di Stra, Venezia).

Un premio speciale è stato riservato a Monica Chemini che (dopo gli studi universitari a Firenze ed un’esperienza lavorativa nel settore privato) ha proseguito la sua carriera professionale presso Riva del Garda Fierecongressi spa, dove ricopre tuttora l’incarico di responsabile della segreteria organizzativa nell’area “Fiere Exhibition Organisation Of ce”. Si tratta di un “passaggio di testimone”: lo scorso anno a ricevere il mantello era stato il dottor Giovanni Laezza, direttore generale di Riva del Garda Fierecongressi spa.

Domenica alle ore 10,15 la cerimonia più suggestiva: festeggiati ed autorità si ritro- veranno sul sagrato della Chiesa del Gesù Divin Lavoratore in regione Battù (dove si trovano le reliquie dei Santi Crispino e Crispiniano, martiri cristiani del III secolo e pa- troni dei calzolai, e dove nel 1971 è stato traslato lo speciale altare costruito nell’imme- diato secondo dopoguerra in loro onore), poi in corteo ed indossando il mantello si recheranno ad assistere alla funzione religiosa celebrata dal cardinale Severino Poletto. La mattinata si concluderà, alle ore 12,30, con il pranzo sociale nelle scuderie del Castello di Vigevano (che ospita anche il Museo della Calzatura, uno dei più “ricchi” e prestigiosi d’Italia).

Il Consorzio dei Santi Crispino e Crispiniano, benemerita istituzione vigevanese, ha origini secolari. È del 1608 la costituzione della prima “Confraternita dei Calzolai”, denominata “Consorzio dei Calzolai”. Il primo presidente registrato, nel 1927, fu Vincenzo Beolchi.

Molteplici le attività nel campo dell’assistenza e della solidarietà, anche a livello inter- nazionale (in Ucraina, nel 2000, ad esempio). Nel corso degli anni, sono state raccolte e distribuite decine di migliaia di paia di scarpe. Solo nel 2007 (in occasione della visita a Vigevano dell’allora Papa Benedetto XVI, il 21 aprile) sono state consegnate al ponte ce 13 mila paia di scarpe. Il 1° aprile 1989, l’allora Papa Giovanni Paolo II ha voluto indos- sare il mantello della “Fedeltà al Lavoro”, ricevendo in udienza privata in Vaticano 180 soci del Consorzio. Più recentemente, il 19 febbraio 2014, una delegazione ricevuta in udienza privata in Vaticano ha portato a Papa Francesco 12 mila paia di scarpe donate dagli imprenditori calzaturieri vigevanesi.