News immediate,
non mediate!

CONSORZIO DEI COMUNI TRENTINI * I TEMI TRATTATI: PROCEDIMENTO EDILIZIO, TRASFERIMENTI PROVINCIALI AGLI ENTI LOCALI, RISORSE ASSUNZIONI 2018 E SOSTITUZIONE IN GIUNTA

Scritto da
14:26 - 8/03/2018

Documentazione per il procedimento edilizio. Discussione. Il Consiglio delle autonomie locali ha preso in esame la proposta di delibera della Giunta provinciale concernente “Approvazione dei modelli unici, della documentazione necessaria e della documentazione ulteriore per il procedimento edilizio, per il rilascio dell’autorizzazione paesaggistica e per altri procedimenti, ai sensi della legge provinciale 4 agosto 2015, n. 15 (legge provinciale per il governo del territorio) e dell’articolo 65 del regolamento urbanistico-edilizio provinciale”.

Ad aprire i lavori è stato il Presidente del Cal Paride Gianmoena che ha sottolineato come il lavoro abbia preso il via quasi un anno fa. “Siamo arrivati al traguardo – ha detto – grazie a un lavoro importante, per il quale va detto un grazie forte alla struttura del Consorzio e ai Comuni stessi e al Servizio urbanistica della PAT”.
Alessandro Andreatta, Assessore del Cal, ha illustrato il percorso di lavoro ricordando che ciò che è maturato nei diversi incontri è in sintonia con l’ambito statale, ma anche con il contesto locale. “Un lavoro sulla proposta di modulistica provinciale – ha precisato – che non può prescindere dal prendere atto di ciò che uscito dalla Conferenza Stato Regioni e che il futuro è nell’informatizzazione. E’ un lavoro puntuale – ha concluso – che ci porta a un passo avanti importante. Un lavoro che va bene. Un lavoro fatto insieme: Provincia e Consorzio dei Comuni”.

“Le pagine non sono poche” ha detto Daldoss guardando la proposta di modulistica. “Quello che dobbiamo evitare – ha aggiunto – è un eccesso di documentazione anche per costruire una tramezza. Abbiamo, comunque, spazio di manovra su un tema che è certamente delicato e che va gestito con buon senso”.
Sulla richiesta di una corresponsabilità tra cittadini e professionisti nella dichiarazione di corrispondenza tra lo stato di fatto e lo stato reale Daldoss ha dichiarato che serve un ragionamento approfondito.

Christian Girardi, Sindaco di Mezzolombardo, ha ravvisato il rischio di una modulistica troppo dettagliata soprattutto nell’impiantistica. “Molto spesso – ha ribadito – ci sono interpretazioni diverse da Comune a Comune. Troppe carte, a volte, non servono a certificare, ma a ingarbugliare la materia”. L’Assessore del Cal Claudio Soini ha aggiunto che la materia urbanistica è difficile. “Semplificare è la parola d’ordine – ha affermato – ma spesso non si arriva a soluzioni facili. In merito alla certificazione da parte dei tecnici sullo stato di fatto serve ragionevolezza”. Gianni Morandi, Sindaco di Nago Torbole, ha assicurato che la materia è complicata e che i tecnici non sono certo felici di compilare troppi moduli. Silvano Daldoss, Sindaco di Cevedago, ha manifestato le sue perplessità su una produzione di modelli che non risolvono le problematiche annunciando il suo voto negativo.

L’agenda dei lavori, adesso, prevede nei prossimi giorni un ulteriore approfondimento che verrà fatto tra Provincia e Consorzio dei Comuni. Un confronto su aspetti specifici e tecnici come quello della responsabilità sullo stato di fatto da circostanziare e condividere.

 

*

Modalità di erogazione dei trasferimenti provinciali agli Enti Locali

Parere favorevole

Il Consiglio delle autonomie locali ha dato parere favorevole alla proposta di delibera della Giunta provinciale concernente “Modificazione alla deliberazione n. 1327 del 5 agosto 2016 avente ad oggetto “Modalità di erogazione dei trasferimenti provinciali agli Enti Locali” e s.m.”. Il Presidente Gianmoena ha evidenziato come non ci siano state osservazioni e la proposta è, comunque, migliorativa rispetto al sistema che negli ultimi anni garantiva efficienza. A prendere la parola è stato, quindi, l’Assessore agli Enti locali della Pat Carlo Daldoss.

In merito va ricordato che il Protocollo d’intesa in materia di finanza locale per il 2018 ha stabilito il mantenimento delle modalità di erogazione dei trasferimenti con successiva quantificazione dell’ammontare complessivo. Considerato che la media delle erogazioni effettuate da Cassa del Trentino nell’ultimo triennio ammonta a circa 173 milioni e che la giacenza media giornaliera è passata dal 95 milioni del 2015 a circa 119 milioni del 2017, il volume complessivo di pagamenti eseguibili nel 2018 da Cassa del Trentino viene quantificato in 200 milioni di euro per la parte corrente.

Di questi 165, con un aumento del 5 per cento, sono destinati ai bisogni di cassa dei Comuni, Unioni dei Comuni e Comunità per i servizi gestiti per conto dei Comuni; 35 fanno parte, invece, del fondo di riserva per sopperire a evidenti esigenze di liquidità dei Comuni. In questo caso entro il 15 del mese i Comuni devono fare richiesta al Servizio Autonomie Locali che dopo le opportune valutazioni autorizzerà Cassa del Trentino a effettuare l’ulteriore pagamento. Da rilevare che quest’anno sono stati sbloccati i pagamenti in conto capitale.

 

*

Distribuzione risorse Assunzioni 2018

Parere favorevole

Il Cal ha preso in esame la distribuzione risorse cessazioni per assunzioni nel corso del 2018. In questo senso il Presidente Gianmoena ha ricordato come il Protocollo in materia di finanza locale per l’anno 2018 preveda la possibilità per i Comuni di assumere personale nella misura del 100% della spesa corrispondente alle cessazioni dal servizio verificatesi nell’anno precedente. Nei mesi scorsi i Comuni hanno comunicato le cessazioni di personale avvenute nel 2017. Si tratta di sessantadue unità.
A intervenire nello specifico è stato Mirko Montibeller, assessore del Cal.

Dai Comuni emerge una richiesta di 22 unità tramite il corso/concorso riservato al 50 per cento delle cessazioni. 14 riguardano il settore finanziario. 4 arrivano dal Comune di Trento, 2 da una Comunità e 8 dai Comuni. Partendo da questo presupposto la proposta è quella di dare mandato al Consorzio di partire con il corso-concorso, demandando alle comunità intese come conferenza dei sindaci la decisione sulla distribuzione delle quote, che con il protocollo di finanza locale 2018 è tornato di 1 a 1 tra cessazioni e assunzioni.

 

*

Sostituzione in Giunta

Christian Girardi è il nuovo assessore del Cal

Il Consiglio delle autonomie ha provveduto alla sostituzione, all’interno della Giunta, di Clelia Sandri, componente del Trentino centrale, in conseguenza alle dimissioni rassegnate ai sensi dell’art. 9, comma 2, del Regolamento interno. L’assemblea ha votato all’unanimità il Sindaco di Mezzolombardo Christian Girardi nel ruolo di Assessore.

Categorie Articolo:
LANCIO D'AGENZIA

I commenti sono chiusi.