VIDEONEWS & sponsored

(in )

CONSORZIO COMUNI TRENTINI * SEDUTA DEL 12 MAGGIO: « OLIMPIADI 2026, PARERE FAVOREVOLE PER IL FINANZIAMENTO DELLE STRUTTURE SPORTIVE »

Olimpiadi 2026 – finanziamento di strutture sportive. Parere favorevole.

Il Consiglio delle autonomie locali ha dato parere positivo alla proposta di deliberazione della Giunta provinciale concernente ‘Criteri per il finanziamento di strutture sportive e di altre opere, attrezzature e impianti di competenza dei Comuni connessi allo svolgimento delle Olimpiadi invernali 2026’.

“Le Olimpiadi rappresentano un evento che va oltre lo sport e che da’ molteplici ricadute positive sul territorio Trentino – ha detto Gianmoena che ha aggiunto – Non va certo dimenticato che la candidatura, promossa dalla Provincia, insieme ad altre regioni ed Enti territoriali, rivolta ad ospitare i Giochi olimpici/paralimpici invernali 2026, è stata accolta anche per la tradizione dei territori: in particolare dei Comuni di Tesero, per lo sci nordico e per la combinata nordica, Predazzo per il salto con gli sci e la combinata nordica, Baselga di Pine’ per il pattinaggio velocità. Le Olimpiadi – ha concluso – rappresentano il più importante evento sportivo a livello mondiale nei territori alpini e dolomitici e non sono solo un evento sportivo; non a caso, i Sindaci delle zone interessare sottolineano l’importanza delle ricadute economiche”.
Negli interventi il Sindaco di Bedollo, Francesco Fantini, ha chiesto un sostegno politico affinché l’evento si concretizzi senza intoppi e non venga messa in dubbio la sede di Baselga di Pinè per le gare di pattinaggio.

 

*

La delibera

Nel programma dei Giochi Olimpici e Paralimpici invernali del 2026 la Provincia di Trento ospiterà quattro specialità: sci nordico e combinata nordica (Tesero), salto con gli sci e combinata nordica (Predazzo) e pattinaggio di velocità (Baselga di Pinè). Le sedi di gara sono di proprietà e disponibilità dei Comuni.
Con la Legge di assestamento di bilancio 2020 la Provincia ha stanziato un limite di impegno di Euro 6.700.000, corrispondente a un valore, calcolato con il tasso di interesse di riferimento attualmente vigente, di circa 63,6 milioni di euro. Si tratta di risorse a sostegno anche degli interventi che i Comuni interessati realizzeranno sulle proprie infrastrutture che ospiteranno discipline di gara.

Sono interventi coerenti con le indicazioni dettate dal CIO in materia di eredità e sostenibilità e, quindi, non saranno realizzati esclusivamente per la scadenza dell’appuntamento olimpico del 2026.

Il provvedimento propone, quindi, i criteri per l’ammissione a finanziamento delle opere.
Dai primi studi preliminari l’onere complessivo per gli interventi è indicativamente stimato in 48,5 milioni di Euro, dei quali circa 21,5 milioni di Euro per gli interventi presso lo stadio salto con gli sci “G. Dal Ben di Predazzo” di Predazzo, circa 11,5 milioni di Euro per gli interventi da realizzare presso lo stadio sci di fondo di Lago di Tesero, circa 15,5 milioni di Euro per gli interventi da realizzare presso lo stadio del ghiaccio Ice Rink di Baselga di Pinè.
Le domande di finanziamento pervenute dai Comuni saranno esaminate dalla Struttura provinciale competente in materia di finanza locale e dalla Struttura competente in materia di sport.
La spesa ammissibile, determinata in seguito all’istruttoria, viene finanziata al 100%.