News immediate,
non mediate!
Categoria news:
LANCIO D'AGENZIA

CONSORZIO COMUNI TRENTINI – CONSIGLIO AUTONOMIE LOCALI * SEDUTA 20 APRILE: « SEMPLIFICAZIONE ITER OPERE PUBBLICHE, PARERE FAVOREVOLE CON OSSERVAZIONI »

Scritto da
18.49 - mercoledì 20 aprile 2022

Misure di semplificazione e accelerazione in materia di opere pubbliche: parere favorevole con osservazioni. Sospesa la trattazione del disegno di legge che modifica le norme sul procedimento amministrativo.

Il Consiglio delle autonomie locali ha espresso parere favorevole con osservazioni rispetto al Disegno di legge, di iniziativa della Giunta provinciale, concernente ‘Misure di semplificazione e accelerazione in materia di opere pubbliche ed espropri, di gestione del territorio, di valutazioni ambientali per il perseguimento degli obiettivi del PNRR e del PNC’.

Rispetto allo schema di disegno di legge, sempre di iniziativa giuntale, concernente “Modificazioni alla legge provinciale 30 novembre 1992, n. 23”, il CAL ha espresso la necessità di condurre ulteriori approfondimenti, finalizzati a valutare con maggiore attenzione le ricadute delle previsioni generali in materia di procedimento amministrativo sull’operatività degli Enti locali.

Il Presidente Paride Gianmoena ha riportato la posizione favorevole espressa dalla Giunta sul nuovo DDL, contenente alcuni correttivi rispetto alla prima versione già illustrata al Consiglio delle autonomie locali. La posizione della Giunta è stata successivamente pienamente condivisa dall’Assemblea.

Gianmoena ha sottolineato come il Consiglio delle autonomie locali riconosca, preliminarmente, che la spinta alla modernizzazione del Paese, impressa dal Piano nazionale di ripresa e resilienza, necessita di essere attuata anche attraverso riforme strutturali della pubblica amministrazione, necessarie per assicurare una celere attuazione degli importanti investimenti programmati a valere sulle risorse europee, oltre che una semplificazione e accelerazione dei procedimenti amministrativi, che incentivi l’iniziativa privata.

Tali riforme necessitano, naturalmente, ha aggiunto, di essere adottate anche nel contesto della Provincia autonoma di Trento, coinvolgendo tutti i livelli di governo dell’autonomia. L’attuazione del PNRR – orientata al raggiungimento obiettivi tanto ambiziosi e sfidanti, quanto ancorati ad una logica di effettività e misurabilità – impone un particolare senso di responsabilità, nel varare misure di riforma che, alla luce di una realistica analisi del contesto di partenza, possano risultare realmente idonee a semplificare e fluidificare l’azione amministrativa.
Il Presidente del CAL ha ricordato, in questo senso che, nella gestione del territorio, è cruciale il ruolo dei Comuni, l’Ente più vicino ai cittadini e, di conseguenza, portavoce dei loro bisogni e interessi.

Ha precisato come il DDL sia stato aggiornato con alcune modificazioni in base ai rilievi sollevati dal Consiglio delle autonomie locali nella seduta dello scorso 6 aprile, e successivamente dalle riflessioni emerse dal confronto con i Sindaci.
“L’impianto normativo – ha detto Gianmoena – è condivisibile nell’obiettivo di accelerare e semplificare le procedure che permetteranno di accedere ai fondi del PNRR, ma era d’obbligo – ha aggiunto – approntare dei meccanismi che rafforzassero la voce dei Comuni sulla pianificazione dell’utilizzo del territorio, anche rispetto alla localizzazione delle opere di competenza provinciale.”

Nel DDL le modificazioni richieste dal CAL intervengono anche in relazione alla proposta di introduzione della conferenza di servizi, come metodo ordinario per il rilascio dei permessi di costruire quando siano richiesti più atti di assenso.
In merito, il CAL ha richiesto maggiore flessibilità rispetto ai tempi di convocazione della conferenza.

Ai lavori era presente anche l’Assessore provinciale allo sviluppo Achille Spinelli, che ha ringraziato il Cal per il lavoro che ha portato al miglioramento dello strumento legislativo, posto che, ha ricordato, bisogna agire con velocità sulle procedure per accedere ai fondi PNNR che prevedono tempi ristretti.

 

*

Il Disegno di legge
Il Disegno di legge introduce alcune modifiche puntuali alle norme in materia di approvazione dei progetti di opere pubbliche di rilevanza provinciale, estendendo una procedura semplificata già esistente nell’ordinamento alle opere finanziate con i fondi del PNRR ed a quelle funzioni alle Olimpiadi invernali 2026.
Sono previste, inoltre, modificazioni alla disciplina del rilascio del permesso di costruire, con l’introduzione della conferenza di servizi, come metodo ordinario per il rilascio dei permessi di costruire quando siano richiesti più atti di assenso. Altre misure sono finalizzate alla riduzione di alcuni termini delle procedure di espropriazione, e di approvazione della VIA.

Categoria news:
LANCIO D'AGENZIA

I commenti sono chiusi.