News immediate,
non mediate!
Categoria news:
LANCIO D'AGENZIA

CONSIGLIO REGIONALE TRENTINO-AA * 50 ANNI SECONDO STATUTO AUTONOMIA: PACCHER, « DA TEMPO SIAMO AL LAVORO PER ARRIVARE AL TERZO STATUTO, NECESSARIO NON SOLO PER L’INCEDERE DEL TEMPO »

Scritto da
14.45 - lunedì 28 febbraio 2022

Presentato a San Michele, presso l’Auditorium della Fondazione Mach, il programma dei 50 anni del secondo Statuto di Autonomia del Trentino Adige. Alla presenza del presidente della Regione Maurizio Fugatti, del vicepresidente del Consiglio Regionale Roberto Paccher e del presidente del Consiglio Provinciale Walter Kaswalder.

Programma ricco, multimediale che il responsabile del comitato, il direttore del Museo storico Giuseppe Ferrandi, ha presentato guardando più al futuro che al passato.
Ecco il commento di Roberto Paccher che fa sintesi della mattinata a San Michele: “I lavori per i 50 anni dello Statuto ci vedono volentieri protagonisti visto che il Consiglio Regionale è la casa “fisica” della Specialità che contraddistingue e tiene assieme le due Province autonome di Trento e di Bolzano.

Non a caso nel Palazzo di Piazza Dante avranno luogo (il primo già mercoledì prossimo, 3 marzo) diversi appuntamenti di questi giorni dedicati alla ricorrenza del secondo statuto. Ma il Consiglio Regionale del Trentino Alto Adige non è solo custode, come si è detto fisico dentro il Palazzo di Libera, di quel patto.

Da da tempo è, siamo, al lavoro con i colleghi degli altri consigli regionali autonomi (oltre naturalmente a quelli delle nostre due Province di Trento e di Bolzano) per arrivare a quel Terzo Statuto che si rende necessario e non solo per l’incedere del tempo. I Consigli regionali si sono fatti interpreti da molti mesi di un dialogo con Roma che metta le basi per una nuova stesura di un patto tra Autonomie e Governo a cui, da 50 anni, l’Europa e non solo guarda come ad un modello” osserva Paccher.

“Infine ci tengo a dire che la Specialità, per rimanere viva, vissuta, deve essere compresa ed apprezzata dalle nuove generazioni, dai giovani. Ecco
perché mi piace pensare che questa occasione del 50° dello Statuto veda il più possibile il coinvolgimento, la partecipazione dei ragazzi, delle scuole. Il Consiglio regionale ha ragionato su questa necessità con il direttore Giuseppe Ferrandi e stiamo lavorando per portare gli Istituti, le classi, per coinvolgerli negli appuntamenti che ospiteremo” conclude.

Categoria news:
LANCIO D'AGENZIA

I commenti sono chiusi.