VIDEONEWS & sponsored

(in )

CONSIGLIO PROVINCIALE TRENTO * TAVOLO VALUTAZIONE LEGGI: « ELETTO PRESIDENTE GIORGIO TONINI, VICE VANESSA MASÈ »

Insediato il Tavolo di valutazione delle leggi. Giorgio Tonini eletto presidente, vice Vanessa Masè.

Si è insediato questa mattina il Tavolo di coordinamento per la valutazione delle politiche pubbliche, organismo, come ha sottolineato il presidente del Consiglio, Walter Kaswalder, che ha un ruolo importante per capire l’impatto delle leggi provinciali sulla società trentina e per portare avanti il processo di semplificazione burocratica e normativa. Presidente del Tavolo è stato eletto Giorgio Tonini (Pd) e vice Vanessa Masè (La Civica) gli altri componenti sono Alex Marini (Gruppo Misto) e Devid Moranduzzo (Lega), per la Giunta l’assessore Mattia Gottardi. Tonini, che è stato proposto come presidente da Vanessa Masè in virtù della sua esperienza legislativa, ha detto di credere molto nella funzione del Tavolo che può diventare un’esperienza pilota per l’intero Paese. In Italia, ha ricordato, si spendono grandi energie per produrre una massa sterminata di leggi ma non si fa nulla per valutare se queste hanno prodotto risultati.

Al contrario dei paesi anglosassoni: basti pensare al Regno Unito dove una delle poche funzioni di peso della House of Lords è proprio quella del controllo degli effetti delle leggi. Ringraziando l’ex consigliere Viola che ha voluto la legge che lo ha istituito, il neo presidente del Tavolo ha ricordato che il progetto di riforma costituzionale Renzi prevedeva di assegnare al Senato delle regioni la funzione di valutazione delle norme. Per questo venne promosso un gruppo di lavoro che si avvalse della collaborazione dell’Università di Trento. Un’esperienza, ha concluso, che si potrebbe recuperare. Alex Marini, da parte sua, ha auspicato che il Tavolo di valutazione possa aprirsi al contributo e al coinvolgimento dei cittadini.

Un organismo istituito nel 2013.

Il Tavolo è stato istituito la scorsa legislatura con la legge 5 del 2013, intitolata Controllo sull’attuazione delle leggi provinciali e valutazione degli effetti delle politiche pubbliche. Modificazioni che prevedono obblighi in materia, promossa da Walter Viola che ha anche presieduto l’organismo. Sotto la lente del Tavolo per la valutazione vennero poste quattro leggi: quella sul settore del porfido, sull’Itea, sulla famiglia e natalità e quella sulle cure odontoiatriche. La prima legge che il Tavolo insediato oggi dovrà affrontare, perché contiene un articolo che dispone a tre anni dall’approvazione una verifica, è quella sulle eccedenze alimentari. I cinque componenti del gruppo di valutazione dovranno, nella prossima seduta, preparare un programma che conterrà le leggi che saranno sottoposte all’analisi e che verrà presentato al presidente del Consiglio e a quello della Giunta. La valutazione sull’impatto delle norme, importante soprattutto in una fase di contrazione delle risorse, serve anche a proporre eventuali abrogazioni di leggi ormai superate e a promuovere iniziative di semplificazione e sburocratizzazione.