News immediate,
non mediate!

CONSIGLIO PROVINCIALE TRENTO * SECONDA COMMISSIONE: « CONCLUSE LE AUDIZIONI SULLA MANOVRA ANTICRISI / CONFRONTO OLIVI – SPINELLI PER ARRIVARE AD UN DDL UNIFICATO »

Scritto da
16:05 - 29/04/2021

Manovra anticrisi, concluse con il Cal e l’Ordine dei commercialisti le audizioni. Si cerca un accordo Giunta – Olivi per arrivare a un disegno di legge unificato.

Concluse in Seconda commissione, presieduta da Luca Guglielmi (Lista Fassa) le audizioni sul ddl n. 96 della Giunta “Prime misure del 2021 connesse all’emergenza epidemiologica da COVID-19” e quello di Alessandro Olivi (Pd) n. 93 “Ulteriori misure per fronteggiare le conseguenze economiche della pandemia da COVID-19″. Buone, nel complesso, le valutazioni espresse dal Consiglio delle autonomie locali e dall’Ordine dei commercialisti. Dopo le audizioni la discussione dei due disegni di legge è stata rinviata a domani per permettere all’assessore Achille Spinelli e a Olivi di confrontarsi e arrivare a un disegno di legge unificato.

Il Cal: salvaguardare la possibilità di intervento dei comuni su Imis e tariffe.

La seduta è iniziata con l’audizione del Cal. Il Presidente Paride Gianmoena ha affermato di condividere in linea generale il ddl, anche se c’è stato poco tempo per approfondire. Nel merito, bene il protocollo d’intesa Pat – Comuni per coordinare gli interventi anti crisi. Sull’Imis c’è accordo sulle riduzioni, ma c’è la necessità della copertura dei mancati introiti da parte della Pat come è accaduto lo scorso anno. Ok anche allo spostamento della prima rata a dicembre. Invece sull’emendamento Fugatti sullo riduzione del 50% per gli alloggi turistici in possesso del Cipat, che va nella direzione giusta, il presidente del Cal ha ravvisato la possibilità di difficoltà organizzative. Fondamentale, ha sottolineato Gianmoena, è la garanzia della libertà di intervento dei comuni su Imis e tariffe, comprese quelle degli asili nido, anche a bilancio approvato.
Sul ddl Olivi, sull’articolo che riguarda i sostegni per i lavoratori stagionali, Gianmoena ha chiesto che venga lasciata libertà ai comuni di impiegare le risorse dei Bim, così come l’utilizzo degli avanzi di bilancio. Olivi ha replicato affermando che con il suo ddl non si vuole assolutamente imporre nulla ai comuni, si chiede solo che venga introdotto uno strumento per sostenere il lavoro. Gli indennizzi e i ristori sono importanti, ha aggiunto il consigliere Pd, ma servono anche politiche attive del lavoro sull’esempio di quanto fatto dal Bim dell’Adige. Il tema, ha ribadito, non è assolutamente quello di imporre alcun che, ma di capire se si ritiene o no opportuno che la Pat metta a disposizione risorse per realizzare piani territoriali per l’occupazione.

I commercialisti: serve un confronto sull’applicazione delle norme.

La seconda audizione è stata quella dell’Ordine dei commercialisti. Il presidente Franco Mazza, ha chiesto alla Giunta di poter avere un confronto nella fase applicativa delle norme, anche per evitare interpretazioni e difficoltà di comprensione. Bene in generale le proposte sul fronte Imis e apprezzabile l’estensione dello sconto per gli alloggi turistici. Buona la valutazione anche sul ddl Olivi, in particolare il fondo per l’imprenditorialità femminile, ma, ha continuato Mazza, va posta attenzione sul raccordo tra i due ddl. Il presidente dell’Ordine ha concluso affermando che gli strumenti informatici per le domande, messi in campo da Pat e Stato in questo anno di difficoltà, hanno dato buona prova.

Olivi: cerchiamo una sintesi tra i due disegni di legge.

Olivi ha affermato che va accolto il richiamo delle categorie ad uno sforzo non solo di velocità, ma anche di qualità delle proposte legislative. Parlando del suo ddl, lo ha definito semplice e convergente con quello della Giunta e quindi ha auspicato che venga fatto uno sforzo di sintesi per arrivare a una proposta condivisa.
Alessandro Savoi (Lega) ha chiesto di accelerare la discussione del ddl cercando di chiudere già nel pomeriggio, ma, visto il confronto avviato per unificare i due ddl, il presidente Guglielmi ha sospeso la commissione che riprenderà i lavori domani alle 8,30.

Categorie Articolo:
LANCIO D'AGENZIA

I commenti sono chiusi.