I RUOLI DELLA "PROCURA“ E "SEZIONE CONTROLLO"

 

Intervista a Marcovalerio Pozzato - Procuratore Corte dei Conti Trento

Manovra finanziaria, conclusa la discussione degli odg. Fugatti incontra le minoranze per discutere gli emendamenti. Su 2300, 223 sono stati dichiarati inammissibili dal presidente Kaswalder. I lavori del Consiglio riprendono domattina alle 10.

Alle 19 si è conclusa la discussione degli ordini del giorno alla manovra finanziaria (ne sono stati discussi in tutto 72) e la seduta è stata sospesa, doveva chiudere alle 20, e rinviata a domani perché il presidente della Giunta Fugatti ha chiesto di potersi incontrare con i capigruppo della minoranza per trovare un’intesa sugli emendamenti. Sul tavolo ne rimangono 2077 perché 176 sul ddl stabilità e 47 sul ddl collegata sono stati dichiarati inammissibili dal presidente del Consiglio Kaswalder. I lavori del Consiglio riprendono domattina alle 10 con l’esame dell’articolato dei tre ddl (stabilità, collegata e bilancio) che, con la Nota di aggiornamento al documento di economia e finanza provinciale, compongono la manovra finanziaria 2020 – 2022. In conclusione di seduta Manica e Zeni del Pd e Degasperi di 5 Stelle hanno sollevato la questione dei 5 emendamenti fuori termine presentati dalla Giunta ricordando che per prassi devono essere sottoscritti da almeno tre consiglieri di minoranza. Questione che è stata oggetto del confronto con Fugatti.
Qui di seguito i resoconti dell’ultima parte degli ordini del giorno. Uno solo su 12 è stato respinto, quello di Rossi (Patt) che intendeva impegnare la Giunta a riattivare i contributi per le ristrutturazione e la prima casa.

 

Odg 69 Rossato (Lega). Rovereto-Trento: un carnet di 10 viaggi mensili per lavoratori. Approvato.
L’odg, approvato all’unanimità, impegna le strutture della Pat ad interfacciarsi con Trenitalia per valutare la realizzabilità dell’introduzione di un carnet di viaggi sulla carta con microcip anche in ambito extraurbano.

 

Odg 70 Cia (Agire). Verificare con urgenza lo stato di Castel Malosco. Approvato.
L’odg, approvato all’unanimità, impegna la Giunta a verificare con urgenza lo stato di Castel Malosco mettendo in atto gli interventi che dovessero risultare necessari a bloccarne i dissesti strutturali, per la conservazione del bene e la messa in sicurezza dell’area. Un odg, ha ricordato Cia, motivato dallo constatazione, in seguito alla visita fatta con gli amministratori locali, dello stato in cui si trova la struttura. Il castello è della Pat dal 1998 e dal 2003 si studia il recupero di questo maniero. Lucia Coppola (Futura) ha ricordato che il suo gruppo ha già presentato su Castel Malosco due interrogazioni che hanno ricevuto due risposte negative. Ma si tratta di un luogo importantissimo e che è già assediato da una costruzione devastante per il paesaggio del castello.

Odg 71 Cia (Agire). Screening gratuito per il tumore alla prostata nella fascia 50-70 anni. Approvato.
L’odg, approvato all’unanimità, impegna la Giunta a rendere disponibile gratuitamente il programma di screening per il tumore alla prostata su tutto il territorio della provincia, nella fascia dai 50 ai 70 anni di età. L’assessora Segnana ha detto che con Cia si è concordato di intervenite su questo col Ministero della salute da cui dipende la scelta degli screening. Cia ha invitato i 5 Stelle ad intervenire con il ministro Fraccaro affinché questo screening venga inserito nei Lea. I tumori più frequenti in Trentino, ha ricordato, sono il carcinoma del colon – retto (14% delle neoplasie come il tumore della mammella), quelli alla prostata che rappresentano il 18% di quelli maschili, seguito da quello ai polmoni che è, l’8% delle neoplasie

 

Odg 31 Rossi (Patt): fondo per la concessione di contributi per la prima casa. Respinto.
L’odg, bocciato con 15 no e 13 sì, mirava a impegnare la Giunta a costituire un fondo specifico per il finanziamento delle domande ammesse a contributo a seguito del bando 2018 e non finanziate per esaurimento fondi, e a costituire un nuovo fondo volto a finanziare un nuovo bando con le stesse caratteristiche del precedente. Odg che non è stato accolto dall’assessora Segnana poiché, ha detto, la misura non è stata riproposta perché non ha ottenuto i risultati attesi. Rossi ha replicato che si tratta di una risposta stupefacente, perché la leva economica di questi interventi è fortissima e ha contribuito alla ripresa del settore edile. Oggi invece per ristrutturazione e acquisto della prima casa, e non è mai accaduto, in bilancio ci sono zero euro per la casa. Queste sono le misure di questa Giunta! Misure, ha ricordato, richieste a gran voce, dalle assemblee di artigiani. E ora l’assessora risponde che non si finanzia il fondo perché non c’è la richiesta di sindacati e categorie, come se un governo dovesse rispondere solo a chi fa richieste. De Godenz (UpT) ha condiviso le affermazioni del capogruppo Patt ricordando di aver sollevato la questione in un’interrogazione. Aiutare le giovani coppie per la prima casa e ristrutturazione, ha sottolineato, sarebbe la strada per combattere lo spopolamento della montagna. Tonini (Pd), dichiarando il sì convinto all’odg Rossi, ha detto di essere sconcertato dalla risposta di Segnana: il tema della casa è centrale anche per l’economia perché l’edilizia, in senso moderno, rimane un volano fondamentale. C’è poi il problema che nei centri turistici dove sempre più alloggi vengono adibiti al mercato turistico più redditizio degli affitti , rendendo difficile alle giovani coppie trovare un alloggio. Per Degasperi (5 Stelle) la risposta dell’assessora rientra nelle tante contraddizioni di questo governo dove si fa retorica e poi invece si taglia come nel caso della politica sulla casa.

Odg 35 Dallapiccola (Patt): alberghi, definire il budget per i contributi per le ristrutturazioni. Approvato.
L’odg, approvato all’unanimità, il cui dispositivo è stato sostituito d’intesa tra Dallapiccola e l’assessore Failoni, impegna la Giunta a definire, compatibilmente con le risorse che potranno essere rese disponibili, un budget e disponibilità sugli appositi fondi affinché le imprese turistiche che intendono ristrutturare possano essere rassicurate relativamente a disponibilità e quote di contribuzione sui progetti presentati. Dallapiccola ha ricordato il settore turistico ha avuto una grande crescita negli anni del centro sinistra autonomista e le ristrutturazioni alberghiere hanno movimentato il Pil di 70 milioni con 30 milioni di investimenti.

 

Odg 36 Dallapiccola: Trentino marketing anche per l’agroalimentare. Approvato.
L’odg, approvato all’unanimità, il cui dispositivo è stato sostituito d’intesa tra Dallapiccola e l’assessore Failoni, impegna la Giunta a valutare la possibilità di integrare le iniziative per il settore agroalimentare anche attraverso la società Trentino marketing, il tutto compatibilmente con le risorse che potranno essere rese disponibili e con le discipline di settore e nello specifico quelle europee. Ci sono stati problemi con le norme europee ma è opportuno, ha detto l’esponente del Patt, continuare a investire in promozione anche nell’agroalimentare. Attività che può essere fatta anche da società in house della Pat. Il dipartimento agricoltura si è specializzato in altre attività e quindi queste iniziative, ha concluso, vanno inserite nell’attività di chi ha il compito di promuovere il marchio Trentino.

 

Odg 37 Dallapiccola: maggiori finanziamenti per le reti anti insetto. No alla premessa, sì al dispositivo
L’odg di Dallapiccola, bocciato nella premessa per il no della Giunta con 19 no 13 sì, mentre unanime è stato il sì al dispositivo, impegna la Giunta a valutare una crescita del finanziamento fino a coprire il maggior numero di domande possibili sui bandi per l’acquisto delle reti anti insetto per i frutteti. Dallapiccola ha ricordato che ci sono problemi con i fitofarmaci, i consumatori chiedono salubrità e i disciplinari si fanno sempre più severi, e quindi vanno trovati accordi puntando sulla difesa attiva dalle patologia causate ai frutteti dagli insetti.

 

Odg 38 Ferrari (Pd): un tavolo con i comuni per controllare i B&B. Approvato.
L’odg, approvato all’unanimità con un emendamento concordato con la Giunta, impegna la Giunta ad aprire un tavolo di confronto con i sindaci dei comuni nei quali si manifestano problemi di degrado nel mercato degli affitti e espulsioni di residenti dai centri turistici causati dall’esplosione dei B&B; a valutare nuove modalità di controllo che consentano attraverso la certificazione dell’alloggio di monitorare il rispetto delle normative; a valutare di intervenire con regolamenti per difendere il diritto alla famiglia di avere un alloggio a prezzi accessibili e a tutela delle attività alberghiere. La consigliera del Pd ha ricordato che anche nel nostro territorio si sta sviluppando l’affitto a breve termine da parte dei privati nelle località turistiche, Modalità che sta creando difficoltà alle giovani coppie. Un danno quindi ai cittadini e alle strutture turistiche sottoposto a regole rigide.

Odg 39 Guglielmi (Fassa): priorità alla circonvallazione Canazei – Campitello. Approvato.
L’odg, approvato con 21 sì e 9 astenuti, impegna la Giunta a dare priorità alla progettazione preliminare della circonvallazione Canazei – Campitello di Fassa attraverso un confronto con gli amministratori dei due comuni. Gugliemi ha ricordato di aver presentato l’odg per sostenere le richieste che vengono da troppo tempo dalle realtà amministrative e economiche della valle. Il consigliere di Fassa ha citato l’odg, analogo al suo, che venne approvato la scorsa legislatura dall’allora consigliere Detomas e che non ha portato ad alcun risultato. Cavada della Lega ha sostenuto l’odg, mentre Rossi (Patt) ha ricordato che un odg non si nega a nessuno ma il tema è che se si dovesse fare la somma di tutti gli odg approvati sulle strade ci vorrebbe un bilancio e mezzo in più. Tutto è prioritario al punto che nulla è prioritario. Solo due odg in materia stradale, ha ricordato, sono stati respinti: uno di Olivi e uno del Patt con i quali si diceva facciamo la circonvallazione di Rovereto che è una vera priorità. Forse, ha aggiunto l’ex presidente della Giunta, perché non serve visto che la Giunta di prima ha messo nei piani finanziari A22 la nuova arteria della Città della Quercia. Degasperi (5 Stelle) ha detto che c’è un principio che non si possono bocciare o approvare atti già bocciati o approvati negli ultimi sei mesi come nel caso di questo odg. L’esponente di Fassa ha detto che questo documento è rispetto a quello di luglio più specifico. Tonini (Pd) ha detto che con i dispositivi tutti uguali e assai prudenti e tutti rivolti ad un futuro indeterminato degli odg della maggioranza vanno a discapito della credibilità della Giunta.

 

Odg 40 Guglielmi (Fassa): Acquistare l’ex Enel a Canazei per il museo mineralogico. Approvato.
L’odg, approvato con 21 sì 8 astenuti, impegna la Giunta a verificare la possibilità di acquistare l’edificio ex Enel a Canazei per realizzare il museo mineralogico della Valle di Fassa. Guglielmi ha detto che la formula prudente deriva dal fatto che non ci sono subito i finanziamenti della Pat ma l’odg segnala una buona idea. Idea che è contenuto anche in un documento approvato ai tempi della Giunta Dellai che si era impegnato all’acquisto dell’immobile per sviluppare, nel quadro delle Dolomiti patrimonio dell’Unesco, l’aspetto mineralogico delle Dolomiti. Sara Ferrari (Pd), pur salutando con favore un’iniziativa culturale, ha ricordato che c’è il Museo geologico di Predazzo, in collaborazione col Muse, e quindi ci si chiede che ruolo dovrebbe avere quello che si vorrebbe a Canazei, almeno che non lo si pensi come una succursale di una succursale. L’esponente di Fassa, stigmatizzando che la val di Fassa venga considerata una succursale della succursale, ha detto che la richiesta viene dal territorio e sarebbe ai piedi della Marmolada Regina delle Dolomiti e ha ricordato che già la Giunta precedente si era impegnata. Tonini (Pd) ha ricordato che non si possono dimenticare i costi di gestione delle strutture, perché finita l’epoca dei bilanci ricchi si devono fare prima valutazioni approfondite e quindi va valutato il fatto che c’è già un museo a Predazzo.

 

Odg 41 Guglielmi (Fassa): verificare la fibra ottica sull’Altipiano della Vigolana. Approvato.
L’odg, approvato con 28 sì un astenuto, impegna l’esecutivo a verificare che le zone artigianali e industriali siano uniformemente coperte dalla fibra ottica, in particolare dell’Altipiano della Vigolana. Tonini (Pd) ha detto che il dispositivo è chiaro e quindi è votabile.

 

Odg 25 Olivi (Pd): aumentare le deduzione per le mamme lavoratrici. Approvato.
L’odg del consigliere del Pd, approvato all’unanimità, dopo una mediazione con la Giunta impegnata a destinare parte delle eventuali risorse che si rendessero disponibili a seguito dell’accesso da pare dei trentini alle misure nazionali in materia di sostegno della natalità ad interventi di conciliazione vita – lavoro, in particolare aumentando le deduzioni per i redditi da lavoro femminile per le mamme che lavorano e a potenziare i servizi educativi della prima infanzia. Un odg ha ricordato Olivi che impegna la Pat ha irrobustire gli interventi in questo campo e che potrebbero arrivare anche ad uno stanziamento di 8 milioni di euro nel 2020 implementando il sostegno alle lavoratrici e alla mamme. Savoi della Lega, in conclusione della discussione degli ordini del giorno, ha ricordato di non aver presentato odg perché questo strumento rischia di perdere concretezza. Con 72 emendamenti si è approvato un po’ di tutto, ha ricordato, ma poi si dovrà vedere cosa davvero si concretizzerà.