I lavori del Consiglio provinciale in Aula si sono aperti stamane con la convocazione di una breve riunione dei capigruppo chiesta da Claudio Cia (Agire) e concessa dal presidente Kaswalder per cercare un accordo sulle nomine del difensore civico e dei due garanti, dei minori e dei detenuti, previste all’ordine del giorno subito dopo il question time.

Cia ha proposto che maggioranza e minoranze presentino all’Aula una rosa di 2-3 candidati per ciascuna delle tre nomine, per cercare poi i numeri necessari.

Tonini (Pd) ha condiviso il suggerimento precisando però che “il livello di qualità e il curriculum di ciascun candidato dev’essere accettabile per autorevolezza e curriculum”. Dalzocchio (Lega), d’accordo anche lei con Cia, ha sottolineato che tutti i nomi proposti sono di persone con qualità adeguate e che nessuno può essere considerata di serie B.

Il presidente Kaswalder ha chiuso sollecitando gli schieramenti a “trovare la quadra” nel corso della giornata e rinviando la ricerca di una soluzione ad una riunione dei capigruppo convocata dopo la conclusione dei lavori in Aula (18.30).

I lavori sono poi ripresi in Aula con la discussione dei question time.