VIDEONEWS & sponsored

(in )

CONSIGLIO PROVINCIALE TRENTO * CONFERENZA CAPIGRUPPO: « LA SEDUTA D’AULA DI MARTEDÌ 22 GIUGNO SARÀ DEDICATA AL DDL 102/XVI, AL VOTO LA PROROGA TONINA DI 6 MESI PER L’ATTIVITÀ EDILIZIA »

Il presidente Walter Kaswalder ha riunito stamane la Conferenza dei capigruppo. Si è deciso che la seduta d’aula di martedì 22 giugno sarà dedicata anzitutto al ddl 102/XVI, con cui l’assessore Mario Tonina porta al voto la proroga di 6 mesi dell’entrata in vigore dei previsti bonus volumetrici introdotti l’anno scorso per la diffusione dell’edilizia sostenibile e in legno di qualità. Lo slittamento è stato chiesto dalle stesse categorie economiche in considerazione del sovraccarico dell’attività edilizia, che si sta verificando per via delle pratiche connesse all’ecobonus nazionale al 110%.

Tonina oggi ha preannunciato un emendamento al ddl 102/XVI, che aggiungerà una norma urgente, intesa ad applicare anche in Trentino la forte semplificazione introdotta dal Governo Draghi dieci giorni fa, sempre in tema di pratiche per l’accesso all’ecobonus 110%.

Se la sanatoria delle minime difformità edilizie – già adottata con recente legge provinciale – ha spianato la strada ad alcune delle domande dei cittadini interessati, questo passaggio è ben più consistente, perché rimuove l’obbligo di certificare lo stato legittimo degli edifici, sostituendolo con una Cila (comunicazione di inizio lavori asseverata) e con successivi controlli a campione. L’emendamento sarò trattato in Commissione legislativa la prossima settimana e approderà poi all’aula il 22 giugno.

L’ordine del giorno di questa giornata di lavori consiliari si completerà con un pacchetto di interrogazioni che attendono da tempo la prevista risposta scritta della Giunta.

In coda all’o.d.g. verrà posta la richiesta di comunicazioni rivolta da Sara Ferrari (Pd) e colleghi di minoranza al presidente Maurizio Fugatti: il tema è l’andamento degli infortuni sul lavoro, che anche in tempo di pandemia si attestano su numeri molto alti (7.640 nel 2020, più 689 durante i viaggi da e per il luogo di lavoro, cifre in crescita rispetto al 2019).