News immediate,
non mediate!

CONSIGLIO PROVINCIALE TRENTO * CONFERENZA CAPIGRUPPO: « I TEMI DA AFFRONTARE IL 13 E 14 GENNAIO, ELEZIONI VICEPRESIDENTE DEL CONSIGLIO / 5 PROPOSTE DI MOZIONE »

Scritto da
16:42 - 5/01/2021

Il Consiglio provinciale si riunirà mercoledì 13 e giovedì 14 gennaio e la Conferenza dei capigruppo – riunita stamane dal presidente Walter Kaswalder – ha concordato i temi da affrontare.

Dopo il consueto question time, si proverà nuovamente a eleggere il vicepresidente del Consiglio, in sostituzione del dimissionario Alessandro Olivi.

C’è poi una ridefinizione delle Commissioni legislative: Paolo Zanella sostituirà Paolo Ghezzi in Prima e Lucia Coppola in Quarta, mentre quest’ultima consigliera entrerà a far parte della Quinta. Si voterà inoltre la sostituzione di Ghezzi in Giunta delle elezioni e nella Commissione del Dreier Landtag.

L’aula tratterà poi le 5 proposte di mozione rimaste inevase nella scorsa tornata e affronterà infine due disegni di legge: il 23 di Giorgio Leonardi per il sostegno alle associazioni d’arma e combattentistiche; il 44 di Alessandro Olivi per dare maggiori poteri ai Comuni sull’apertura di nuove attività commerciali.

Il presidente Kaswalder ha spiegato che il presidente Maurizio Fugatti ha dato disponibilità a riferire nuovamente – nel corso della tornata di lavori consiliari – sui temi legati alla gestione della pandemia, corrispondendo alla richiesta presentata da diversi consiglieri provinciali.

Su espressa richiesta di Ugo Rossi, il vicepresidente Pat Mario Tonina ha informato che l’annunciato disegno di legge di Giunta con una miscellanea di provvedimenti tecnici, potrà approdare al Consiglio in febbraio. Approvato preliminarmente dall’esecutivo il 14 dicembre, è ora oggetto di un confronto aperto con il Consiglio delle autonomie locali. Conterrà norme su: provvedimento autorizzativo unico in materia urbanistica, scarico di acque reflue, deposito di auto fuori uso, derivazioni d’acqua, reti delle riserve naturali, concordanza catasto-tavolare, barriere architettoniche. Stamane è stato chiarito che non sarà propriamente un disegno di legge omnibus, ossia totalmente privo di omogeneità per materia, ragione per la quale – hanno convenuto Rossi e anche Sara Ferrari – non dovrebbe porsi un problema di incompatibilità con i regolamenti consiliari (che, a differenza di Bolzano, non prevedono appunto la fattispecie dei ddl “omnibus”).

Seduta congiunta tra Consiglio provinciale e C.a.l.: il presidente Kaswalder ha informato che la riunione, auspicata da Alex Marini, si terrà non appena sarà possibile convocarla in presenza fisica.

Conferenze d’informazione del Consiglio provinciale: Vanessa Masè ha chiesto quando saranno organizzate quelle da tempo richieste da consiglieri provinciali. Kaswalder ha risposto che la prima potrà essere – presto – quella in tema di sicurezza sul lavoro, proposta da Giorgio Tonini e altri. Attualmente non è possibile invece procedere con quella che prevede la presenza della professione medica, perché in tempo di pandemia non viene consentita.

Categorie Articolo:
LANCIO D'AGENZIA

I commenti sono chiusi.