La Commissione provinciale Pari Opportunità tra donna e uomo, insediatasi lo scorso giugno, ha intenzione di consolidare e allargare la rete fra associazioni, movimenti, istituzioni e altre realtà interessate alle tematiche di pari opportunità.

Per tale motivo, in data 10 settembre ha organizzato un incontro a Trento presso la sala Aurora di Palazzo Trentini per confrontarsi in uno spazio libero e aperto, scambiarsi opinioni, condividere progetti e individuare possibilità di alleanze, collaborazione e sinergie.

La risposta è stata molto forte e la riunione attivamente partecipata, a dimostrazione del fatto che il tema delle Pari Opportunità é sentito come prioritario da tutta la società civile, in un momento storico in cui – di contro – pare che i diritti delle donne siano invece in secondo piano se non addirittura spostati su posizioni arretrate, che negano le conquiste fin qui faticosamente ottenute.

In particolare, si é convenuto che il divario ancora esistente in molti campi fra donne e uomini ha radici culturali profonde che insieme – donne e uomini – possiamo affrontate e combattere.

Una cultura paritaria, un corretto linguaggio di genere, una seria educazione al rispetto delle differenze volta a instaurare e coltivare relazioni sane e non prevaricanti: queste le basi di una società realmente democratica e giusta. Per tali motivi da molte parti è stata ribadita la necessità di ripristinare nelle scuole i progetti di educazione alle relazioni di genere.

La Commissione ha inoltre lanciato due progetti per la giornata contro le violenze sulle donne, che avranno luogo rispettivamente il 22 e 23 novembre prossimi:

• Il forum RIUNIAMO LE FORZE, NON I PEZZI: Come prevenire e combattere le violenze sulle donne prima che le loro vite vadano in pezzi. Insieme è possibile che vedrà protagoniste anche le realtà presenti all’incontro

• Il seminario CURARE SENZA PAURA: La sicurezza e la prevenzione delle violenze di genere per le donne che operano nel settore della salute e della cura
La Commissione desidera essere il più inclusiva possibile e invita quindi le realtà che non siamo riuscite a raggiungere a segnalare il proprio interesse a partecipare ai prossimi incontri contattando la Commissione Pari Opportunità: