VIDEONEWS & sponsored

(in )

CONSIGLIO PROVINCIALE PAT * GILMOZZI RISPONDE A DEGASPERI E SAVOI: ” STANZIATO 1 MLN PER LA VIDEOSORVEGLIANZA SUGLI BUS URBANI “

La risposta dell’assessore Gilmozzi a un’interrogazione del consigliere Degasperi Savoi. Un milione di euro per la videosorveglianza sui bus urbani. Copertura totale entro dicembre.

 

*

​​​​Rispondendo a un’interrogazione presentata il 16 aprile scorso dal consigliere Alessandro Savoi (Lega), l’assessore Mauro Gilmozzi smentisce l’idea che la società Trentino Trasporti non abbia dotato i bus di sistemi di protezione e deterrenza a beneficio di autisti ed utenti. Gilmozzi segnala che a bordo dei mezzi urbani sono già in dotazione sistemi sia di videosorveglianza sia di protezione “fisica” del posto di guida.

Per la tutela dell’autista tutti e 119 i bus urbani del parco oggi circolante, sono già stati attrezzati con telecamere di bordo e “blindatura” del posto di guida. Entro dicembre – preannuncia l’assessore – saranno circa 170 quelli completi dei due sistemi, che saranno integrati dai nuovi (già forniti con videosorveglianza) che via via arriveranno nel tempo (gara in uscita in queste settimane per nuova fornitura di circa 60 bus urbani ed extraurbani).

Tra Trento e Rovereto i bus in turno quotidianamente sono circa 150 (naturalmente anche le riserve necessitano di essere attrezzate): con l’allestimento di 170 bus entro l’anno – assicura Gilmozzi – si avrà la copertura integrale dei bus in esercizio.

L’assessore conclude evidenziando che per quanto riguarda la flotta extraurbana, alla fine dell’anno scorso la Giunta provinciale aveva previsto di finanziare ed installare entro dicembre 2018 sistemi di videosorveglianza a bordo autobus e dotazione di telecamere tipo “dash-cam” su autobus urbani, per un importo pari a 108.000 euro. Per la flotta urbana, l’investimento in videosorveglianze si attesta fino ad oggi in un milione di euro circa, già impegnati ed in gran parte utilizzati per l’allestimento del sistema. ​