News immediate,
non mediate!
Categoria news:
LANCIO D'AGENZIA

CONSIGLIO PAT * INCONTRO CGIL – CISL – UIL: « INTERSCUOLA ESTERNALIZZATO, PER I SINDACATI NON ” S’HA DA FARE ” »

Scritto da
16.48 - mercoledì 16 dicembre 2020

Nella pausa tra la sessione mattutina e la pomeridiana dell’aula, i consiglieri provinciali hanno incontrato i sindacati della scuola. Pietro Di Fiore (Uil), Stefania Galli (Cisl) e Cinzia Mazzacca (Cgil) sono stati accolti dal presidente Walter Kaswalder e dai colleghi Masè, Zanella, Dalzocchio, Ferrari, Coppola e Degasperi. Tema sul tappeto: la norma di legge collegata con cui la Giunta provinciale intende prevedere l’esternalizzazione del servizio di sorveglianza degli scolari e studenti durante i pasti. L’intento è di affidarlo a cooperative, riducendo i costi (per circa 5-8 milioni di euro) derivanti dal fatto che oggi questi servizi interscuola sono coperti dagli insegnanti.

L’altra motivazione sarebbe il recupero di personale docente, per coprire le necessità sul piano delle docenze. Di Fiore ha detto che così facendo si scardina un sistema in atto dal 1971, che garantisce la qualità di un tempo – quello della mensa – che è tempo educativo, durante il quale gli insegnanti continuano a formare e conoscere i ragazzi. “Ci furono dei tentativi anche al tempo dei presidenti Dellai e Rossi – ha detto Di Fiore – ma poi si rinunciò. Chiediamo che si rinunci anche questa volta . O che, solamente in subordine, si ricorra a risorse già in casa, quelle degli assistenti educatori provinciali, già attivi dentro le nostre scuole e professionalmente adatti”.

Dalla riunione è emerso che sono già depositati in aula diversi emendamenti abrogativi dell’articolo 6 in questione ed altri modificativi, a partire da quelli presentati da una consigliera di maggioranza, Vanessa Masè, che del tema si è occupata da presidente della Prima Commissione (mi sto confrontando con la Giunta – ha detto – che ha già dimostrato di volerci ragionare. L’emendamento modificativo propone di lasciare le cose come stanno nel primo biennio di scuola elementare).

Filippo Degasperi ha detto che esternalizzare è incomprensibile e che il prospettato risparmio si fonda su un calcolo errato, perché si quantifica il costo delle ore di lavoro dei docenti solo sulle lezioni e senza tutti gli altri impegni e servizi. Lucia Coppola ha garantito che le minoranze sono compatte nell’osteggiare la norma in questione, sapendo quanto sia delicato per i bambini il momento relazionale dei pasti. Sara Ferrari ha ricordato che sulla scuola non si devono calare tagli di bilancio, ragion per cui il Pd si batte per la soppressione dell’articolo di legge collegata e con forza contro l’ipotesi di una esternalizzazione. Paolo Zanella ha informato di avere depositato un emendamento abrogativo e un altro che cambia il personale dell’interscuola solo alle scuole medie.

Galli e Di Fiore hanno discusso con i consiglieri anche della riforma degli ambiti territoriali per le docenze, che andrebbe definitivamente accantonata e invece viene dilazionata da finanziaria a finanziaria. Altro argomento caldo: la necessità di stabilizzare i docenti precari. Cgil, Cisl e Uil perorano la causa di concorsi per soli titoli: grazie per i diversi emendamenti che state portando in Consiglio – hanno detto. – Se si agisce rapidamente, c’è la possibilità di sistemare la scuola per l’avvio del prossimo anno scolastico. Mara Dalzocchio ha spiegato che si sta impegnando su questo tema con ben quattro appositi emendamenti in aula, uno già ritirato perché sarà recepito dalla Giunta.

Categoria news:
LANCIO D'AGENZIA

I commenti sono chiusi.