VIDEONEWS & sponsored

(in )

CONSIGLIO PAT * II COMMISSIONE: « MANOVRA BILANCIO 2020/2021 – PARERE SUL NUOVO ASSETTO DELL’IMPOSTA DI SOGGIORNO TURISTICA »

Anche la II Commissione legislativa del Consiglio provinciale – presieduta da Luca Guglielmi – si è riunita oggi, da un lato per l’esame dei disegni di legge in materia di bilancio preventivo Pat 2021, dall’altro per esprimere un parere sul nuovo e prossimo assetto dell’imposta di soggiorno turistica, in esecuzione della riforma del sistema di promozione approvata quest’anno.

Articolo 8 disegno di legge collegata (ddl 74/XVI): parere positivo all’unanimità.
La norma riguarda l’agricoltura sociale e introduce tra i soggetti titolati a esercitarla anche le imprese sociali. La novità è frutto di un lavoro e di un tavolo tecnico-politico attivato dagli assessori Giulia Zanotelli – che ha illustrato l’articolo ai commissari – e Stefania Segnana.

Articolo 14 disegno di legge collegata (ddl 74/XVI): parere positivo all’unanimità.
Prevede – come descritto oggi pomeriggio dall’assessore Achille Spinelli -la proroga da fine giugno a fine 2021 delle convenzioni in essere tra Provincia e Confidi e Cooperfidi.

Articolo 15 disegno di legge collegata (ddl 74/XVI): parere positivo all’unanimità.
L’assessore al turismo Roberto Failoni ha detto che si punta alla qualità in un settore in forte crescita come quello della ricettività extralberghiera. Si autorizzano dunque con maggiore ampiezza nei campeggi le installazioni di casette mobili e di tende attrezzate. Pietro De Godenz ha condiviso spirito e contenuto della norma.

Regolamento di esecuzione della legge sulla promozione turistica (l.p. 8/2020) in materia di imposta di soggiorno: parere positivo, con l’astensione di Alessandro Olivi.
L’assessore al turismo Roberto Failoni ha illustrato l’intento dell’amministrazione provinciale nel mettere mano alle cifre dell’imposta di soggiorno. Si prevedono due step successivi (fino al 30 novembre 2021 e dal 1° dicembre 2021) e quindi due tariffari in aumento, con l’obiettivo – in vista di un bilancio Pat 2022 sicuramente più risicato – di mettere in sicurezza il turismo e la relativa promozione con gli introiti dell’imposta di soggiorno. Essa sarà naturalmente graduata a seconda delle stelle alberghiere, da 1 euro fino a 3 per giorno. Prevediamo – ha detto Failoni – un incasso molto importante, che darà tranquillità ai territori su cui verrà realizzato e a cui sarà assegnato praticamente per intero. Failoni ha ricordato che il Consiglio delle autonomie locali ha già dato parere positivo a questo nuovo regolamento attuativo.

Alessandro Olivi ha giudicato che si sta procedendo in modo coerente con il nuovo assetto impostato dalla l.p. 8/2020. Ha poi proposto un documento (che verrà inviato alla Giunta Fugatti) in cui esprime una “leggera preoccupazione” e una “raccomandazione”: si chiede che l’esecutivo s’impegni – come consente la legge 8 – a perequare le risorse finanziarie per la promozione turistica fra territori, laddove a fine 2021 il loro introito da imposta di soggiorno dovesse risultare molto diversificato e quindi insufficiente per qualche area del Trentino giudicato “tutto turistico” dalla legge 8. Failoni ha replicato che si soppeserà attentamente l’esito sul 2021 del nuovo assetto dell’imposta, dopodiché si terrà conto – se utile – della chance prevista dalla lp 8. Luca Guglielmi ha preso le distanze dalla “medicina” della perequazione, chiarendo di ritenerla non utile a stimolare la competitività dei territori.

Pietro De Godenz ha condiviso la modulazione in due step degli aumenti dell’imposta. Importante – ha detto – sarebbe la garanzia dalla Giunta che alle Apt sarà garantito anche nel 2022 (e non solo nel 2021) il livello di finanziamento del 2019, a prescindere dal numero di presenze dell’anno precedente, che potrebbero ancora essere fortemente condizionate dalla crisi in atto. L’assessore ha spiegato che il 2022 verrà garantito dall’imposta raccolta nel 2022 stesso e l’aspettativa è che per allora si registri un forte ritorno delle presenze turistiche in Trentino.

A Lorenzo Ossanna sono state date delucidazioni sul sistema di sanzioni per gli albergatori che non dovessero versare le somme riscosse a titolo di imposta, materia disciplinata dalla stessa l.p. 8/2020.

 

[pdf-embedder url=”https://www.agenziagiornalisticaopinione.it/wp-content/uploads/2020/11/Schema-Regolamento.pdf” title=”Schema Regolamento”]

 

[pdf-embedder url=”https://www.agenziagiornalisticaopinione.it/wp-content/uploads/2020/11/LASECONDACOMM.pdf”]

 

[pdf-embedder url=”https://www.agenziagiornalisticaopinione.it/wp-content/uploads/2020/11/Relazione-illustrativa.pdf” title=”Relazione illustrativa”]