Al via la formazione delle persone disoccupate grazie alle attività condivise da Fondimpresa Trento e Agenzia del Lavoro.

Una sperimentazione unica in Italia, che darà alle persone disoccupate la possibilità di accedere ai corsi professionalizzanti di Fondimpresa, il Fondo interprofessionale per la formazione continua di Confindustria, Cgil, Cisl e Uil.

Saranno avviate a breve le attività formative che Fondimpresa Trento e Agenzia del Lavoro si sono impegnate a condividere siglando, lo scorso anno, la convenzione “Sviluppo degli interventi di formazione”. Con la convenzione si era stabilito di dare per due anni alle persone disoccupate la possibilità di partecipare agli stessi corsi finanziati in Trentino da Fondimpresa, nell’ambito di Piani formativi gestiti da enti formativi e destinati alle aziende aderenti al Fondo.

Si tratta di attività formative già destinate ai lavoratori che operano nelle imprese, e che a seguito della realizzazione di un apposito bando destinato agli enti formativi sono finalmente a disposizione dei lavoratori disoccupati con l’obiettivo di far loro acquisire competenze e abilità operative, per l’esercizio di una professione o per l’inserimento lavorativo. Ventiquattro i progetti individuati per il biennio, per 360 potenziali utenti e per un importo totale di 172.500 euro.

A spiegare nel corso della conferenza stampa odierna il senso dell’iniziativa il presidente di Fondimpresa Trento Marcello Lunelli: “I contenuti degli interventi sono, per la stessa natura del Fondo, altamente professionalizzanti. Costruiti per soddisfare i più attuali fabbisogni formativi, sono in grado di rafforzare e rendere più spendibili i profili dei partecipanti nel mercato del lavoro provinciale. In questi anni, Fondimpresa ha del resto sempre dimostrato di saper trovare soluzioni, innovative quanto efficaci, a scenari di profondo cambiamento. Ecco che allora il titolo di questo incontro potrebbe essere “promesse mantenute”.

Ci ritroviamo infatti per un kick off che ci rende orgogliosi, tanto più se consideriamo le caratteristiche dell’anno che stiamo vivendo. Ringrazio dunque quanti sono presenti, in particolare Agenzia del Lavoro, i soci del Fondo e gli enti formativi, la cui preziosa attività erogativa della formazione darà gambe a quanto è stato condiviso sul piano politico e strategico”. Gli enti coinvolti sono Giuseppe Veronesi – Centro di istruzione scolastica e di formazione professionale, ENFAP Trentino, Intelliform Spa, Assoservizi Srl, Delta Informatica Spa.

Alla conferenza stampa è intervenuto anche il presidente di Agenzia del lavoro Riccardo Salomone: “Abbiamo costruito insieme un ponte che consente la condivisione della formazione. Ora abbiamo finalmente i corsi, che partiranno a breve e saranno proposti come “voucher”, intervento 5.1.2. – c del nostro Piano di politiche del lavoro. Ci saranno 24 corsi con progetti che hanno una durata media di 30 ore.

I contenuti sono professionalizzanti e vari quanto agli argomenti trattati. Tutti i corsi, con adattamenti riferiti alle caratteristiche delle persone disoccupate, sono già stati realizzati in aziende private trentine nell’ambito dei piani formativi Fondimpresa. Le persone, come le imprese, in questo momento di crisi Covid-19 non devono essere lasciate sole. Fondimpresa e Agenzia del Lavoro, nella loro autonomia e nella loro diversità, hanno messo a fattor comune risorse, obiettivi e percorsi. Ritengo quello di oggi un passaggio importante, che nessun altro in Italia ha fatto perché non era semplice da realizzare. Per questo devo ringraziare quanti hanno voluto l’iniziativa e la hanno resa possibile. Ora dobbiamo proseguire su questa strada e fare in modo che i percorsi formativi si trasformino concretamente in occasioni di lavoro”.