VIDEONEWS & sponsored

(in )

CONFINDUSTRIA TRENTO * GIRO D’ITALIA CSR: “ SOSTENIBILITÀ SOCIALE E AMBIENTALE, IL 12/5 L’APPUNTAMENTO PER CONOSCERE LE ESPERIENZE DAL TERRITORIO TRENTINO “

“Circolare” è un attributo che da tempo siamo abituati ad associare a processi produttivi virtuosi e mirati a ridurre l’impatto ambientale delle organizzazioni e delle loro attività. Le esperienze che verranno presentate il 12 maggio in occasione della tappa trentina del Giro d’Italia della CSR, organizzato dal Salone della CSR e dell’innovazione sociale in collaborazione con Trentino Green Network, dimostrano come la circolarità possa funzionare efficacemente anche nella dimensione sociale, per creare inclusione e integrazione, ridurre la marginalità, migliorare la vita delle persone.

L’appuntamento per conoscere le esperienze dal territorio trentino è per mercoledì 12 maggio dalle ore 10 in diretta streaming. Per seguire l’incontro è sufficiente registrarsi al link . La tappa è organizzata con il patrocinio dell’Università di Trento e con la collaborazione di Provincia Autonoma di Trento, Agenzia Provinciale per la protezione dell’ambiente, Trentino Agenda 2030, Trentino Sviluppo, MUSE – Museo delle Scienze e Confindustria Trento.

Le esperienze che verranno presentate il 12 maggio confermano la posizione di rilievo che Trento può vantare in termini di sostenibilità nel contesto nazionale. Secondo il rapporto 2021 Italia Sostenibile del CERVED, infatti, Trento si trova in seconda posizione fra le province italiane per sostenibilità sociale ed ambientale, ed è la quinta per sostenibilità complessiva. Fra i parametri analizzati dal rapporto, Trento risulta nelle prime dieci posizioni per solidità delle imprese, capacità produttiva, capitale umano e formazione, trasformazione digitale, riconversione energetica. E in seconda posizione per la condizione degli anziani.

“Si sta diffondendo l’idea che pensare circolare è un nuovo modo di considerare l’economia e di gestire i processi produttivi. Anche le testimonianze della tappa di Trento metteranno in evidenza che per generare modelli di business sostenibili è necessario cambiare il modo di progettare, organizzare la filiera, gestire il fine vita del prodotto. Con la consapevolezza che non ci si può limitare agli aspetti ambientali ma si devono trovare innovazioni utili a favorire anche l’integrazione sociale” conferma Rossella Sobrero, del Gruppo promotore del Salone.
L’attenzione alla sostenibilità nel territorio trentino è confermata dal Rapporto ASviS 2020 sui territori e gli obiettivi di sviluppo sostenibile. Secondo l’analisi, la Provincia autonoma di Trento ha già raggiunto i Target relativi al rischio di povertà, all’abbandono scolastico, alle energie rinnovabili, all’occupazione e all’affollamento negli istituti di pena. Sono inoltre promettenti gli andamenti relativi alle coltivazioni biologiche, al tasso di mortalità, ai laureati e alla qualità dell’aria, mente fra le aree di miglioramento segnalate dal Rapporto ASviS per il territorio trentino ci sono l’efficienza idrica e la disuguaglianza nel reddito.

La tappa trentina de Il Salone della CSR e dell’innovazione sociale verrà aperta da Flavio Deflorian, Rettore dell’Università degli Studi di Trento, Mario Tonina, Vicepresidente della Provincia autonoma di Trento, Carla Strumendo, Sostituto Dirigente del Servizio Industria, Ricerca e Minerario, Dipartimento Sviluppo economico, Ricerca e Lavoro della Provincia autonoma di Trento e Michele Lanzinger, Direttore MUSE – Museo delle Scienze. Seguiranno le testimonianze delle imprese con la partecipazione di Riccardo Felicetti, CEO Pastificio Felicetti, Michele Manica, Head Of Research and Development Manica e Iuri Salvadori, Business Development Manager Salvadori, in un panel coordinato da Laura Ricci, Trentino Green Network.

Porteranno quindi il loro contributo le organizzazioni della società civile: Ericka Costa, Dipartimento di Economia e Management Università degli Studi di Trento, introdurrà e coordinerà il panel con gli interventi di Martino Orler, Responsabile Business Unit Redo, Cooperativa Alpi, Fausto Galante, Responsabile Servizio Socio Assistenziale Comunità Valle dei Laghi e Veronica Sommadossi, Presidente Cooperativa Samuele.
Verranno inoltre presentate esperienze innovative del territorio, con Marco Fimognari, Fondatore e CEO Re-Cig, Emanuela Vedovati, Business Consultant in Sustainable Development Terra Institute – partner del progetto Circular Rethinking e Roberto Dallabona, Presidente Magnifica Essenza.

Paola Delrio, dell’Agenzia Provinciale per la Protezione dell’Ambiente, spiegherà infine la Strategia provinciale per lo Sviluppo Sostenibile e le conclusioni dell’incontro trentino saranno affidate a Rossella Sobrero del Gruppo Promotore del Salone.

 

*

Trentino Green Network
Trentino Green Network è la rete d’impresa che supporta lo sviluppo sostenibile, la Responsabilità Sociale d’Impresa, l’attuazione degli obiettivi dell’Agenda 2030. www.trentinogreen.net
il salone della csr e dell’innovazione sociale 2021 e il salone extra

Il Giro d’Italia della CSR prosegue fino a giugno, attraversando il nostro Paese da nord a sud, per raccontare le buone prassi di sostenibilità dei territori. La tappa nazionale del Salone della CSR e dell’innovazione sociale concluderà il tour: appuntamento all’Università Bocconi di Milano il 12 e 13 ottobre 2021 per una due giorni di confronto sui temi dello sviluppo sostenibile con incontri, dibattiti, workshop, seminari, presentazioni. Tutto l’anno saranno invece promossi incontri di networking, tavole rotonde, presentazioni di libri de il Salone Extra: tutti gli eventi si possono seguire in streaming sul sito www.csreinnovazionesociale.it
Il Salone è un evento sostenibile

Grazie alla collaborazione con Bureau Veritas Italia, anche nel 2020 il Salone ha ottenuto la certificazione ISO 20121, norma internazionale che definisce i requisiti di gestione della sostenibilità degli eventi.

Il Salone della CSR e dell’innovazione sociale è promosso da Università Bocconi, CSR Manager Network, Global Compact Network Italia, ASviS – Alleanza Italiana per lo Sviluppo Sostenibile, Fondazione Sodalitas, Unioncamere, Koinètica.