TAR - TRENTO: FOCUS SENTENZA CHIUSURE DOMENICALI PAT
Intervista al dottor Fulvio Rocco
Presidente Tribunale amministrativo regionale Trento

Si aprono interessanti novità nella scena politica locale, nel comune di Dro, per le prossime elezioni amministrative.

Si delinea infatti una nuova coalizione che fa capo all’arch. Luigi Grossi e alla sua lista civica, che conferma l’accordo con un’altra civica: “Comunità e Ambiente” e che ora riceve il sostegno anche da parte di “Lega Trentino”.

A coalizione delineata pare dunque utile sottolineare come nel lungo periodo di preparazione alle elezioni comunali, il gruppo del candidato sindaco abbia incontrato tutti i gruppi politici disponibili al dialogo, con la massima apertura, nel tentativo di trovare un incontro serio e collaborativo, senza preclusioni di sorta, né pregiudizi.

Ciò che ne è uscito è una coalizione fresca, libera da ingaggi forzati, e da vecchie dinamiche spoglie del coraggio di assumere scelte forti, ricca della presenza femminile che si è dimostrata attiva e partecipe alla formulazione di idee e collaborativa nella stesura del programma elettorale. Un gruppo politico forte di innovazione e, al contempo, di tradizione con figure radicate e forti nello scenario politico già preesistente nel comune di Dro.

In quest’ottica dispiace pensare che una donna, presente già sullo scenario della politica locale da tempo, l’attuale vicesindaco Michela Calzà si senta in grazia di sostenere che la classe politica di oggi non sia pronta all’elezione di una donna a capo della nostra amministrazione locale.

Nella fase di dialogo con gli altri gruppi politici, infatti, non è mai stata preclusa la possibilità di candidare una donna in veste di sindaco, purché venisse meno la continuità con la precedente amministrazione, e vi fosse una competenza indiscutibile.

La convergenza in questo nuovo gruppo politico della Lega, parte dalla sintonia sui programmi e sui temi del rinnovamento, proposta che si basa anche sulla trasparenza amministrativa, sulla democrazia delle decisioni e sul coinvolgimento dei cittadini nella attività amministrativa.

Infatti l’arch. Luigi Grossi ha posto come scopo primario della coalizione il coinvolgimento allargato dei cittadini nelle scelte politiche importanti che si presenteranno nel quinquennio prossimo con una più ampia condivisione ed ascolto per le politiche della futura programmazione.
La convergenza di queste tre liste ruota come detto intorno al rinnovamento, alle nuove idee, alla partecipazione attiva e soprattutto a nuovi modi di fare politica, ponendo tutti i cittadini sullo stesso piano.

La lista leghista in questo senso è stata molto rinnovata ed al suo interno emergono nuove provenienze professionali ed una rappresentanza delle diverse fasce di età.
L’apertura nei confronti della Lega e le idee innovative della coalizione, pone l’accento sulla necessità di avere una sinergia con gli organi centrali della Provincia di Trento, che sicuramente porterà ad una proficua fattiva ed efficace collaborazione.

 

*
Luigi Grossi