VIDEONEWS & sponsored

(in )

COMUNE TRENTO* SISTEMAZIONE INCROCIO A SPINI DI GARDOLO: COSTO 75 MILA EURO

L’Amministrazione Comunale nel corso del 2016 ha ultimato la realizzazione della rotatoria lungo la S.S. N° 12 alla confluenza con la S.P. 76 Gardolo – Lases. Questo grande anello veicolare ha creato le condizioni per agevolare e fluidificare il traffico di tutte le strade che si innestano (via Carpenedi, via Bolzano, via S. Anna, via Crosare, via delle Palazzine), tant’è che l’Amministrazione Comunale per rendere meno congestionato l’incrocio della via Alto Adige con la strada per Spini, ha provveduto a finanziare l’importo di 75.000 euro per la sistemazione del suddetto incrocio eliminando la manovra di svolta a sinistra per Lavis ed obbligando il flusso veicolare ad usufruire della rotatoria posta a soli 400 metri più a sud allo scopo di indirizzarsi verso nord.

Nel contempo il progetto prevede anche la realizzazione di un breve tratto di marciapiede dallo sviluppo di 200 metri circa, di collegamento tra la fermata del mezzo pubblico proveniente da Lavis e l’incrocio di Spini. Questo tratto di percorso pedonale trova ubicazione sul lato ovest della via Alto Adige su proprietà pubblica.

Un tratto trova ubicazione sulla p.f. 1404/4 c.c. Gardolo di proprietà del Consorzio miglioramento fondiario Avisiano, che però con nota d.d. 05 luglio 2017 ha offerto in cessione gratuita la proprietà al Comune di Trento.

 

*

DESCRIZIONE DEGLI INTERVENTI

Lo scopo dell’intervento è quello di realizzare un adeguato collegamento pedonale tra la già presente fermata dell’autobus posta a monte dell’incrocio “Spini” ed i percorsi pedonali esistenti subito dopo la barriera ferroviaria della linea “Trento-Malè”.

I lavori prevedono la realizzazione di un percorso pedonale delimitato da cordonate in calcestruzzo e asfaltato. Per la realizzazione del marciapiede si rende necessario per un tratto di circa 50 metri la costruzione di un muro a sostegno dello stesso; il tratto restante di marciapiede verrà affiancato da una banchina stradale con annessa rampa.

Ulteriore scopo è quello di eliminare dall’incrocio denominato “Spini” la svolta verso Nord, costringendo il flusso di traffico proveniente dalla omonima località ad utilizzare la nuova rotatoria “Bermax”. L’intervento necessario per poter eliminare la manovra verso nord del flusso di traffico proveniente dalla Località di Spini si limiterà alla posa di nuove cordonate ed il riempimento delle nuove aiuole venutesi a creare con materiale porfirico.

Infine si rende necessario lo spostamento di alcuni punti luce facenti parte dell’attuale Illuminazione Pubblica. Il costo sarà di circa 75mila euro.

 

*

SITUAZIONE ATTUALE

Attualmente la zona si presenta come incrocio stradale regolamentato da semafori. Le varie manovre da parte delle auto sono fattibili grazie alla presenza di isole spartitraffico realizzate con cordonate in cls ed inerbite, ed attraversate a livello stradale da un percorso di collegamento pedonale anch’esso regolamentato da semaforo avente lo scopo di collegare il marciapiede posto a sud con quello a nord. A poca distanza dall’incrocio è presente sulla strada la barriera ferroviaria Trento Malè, nonché la fermata della linea , denominata “Zona industriale Spini”.

Per quello che riguarda, il futuro collegamento pedonale della fermata dell’autobus lungo la corsia di svolta a destra di via Bolzano su loc. Spini, la zona risulta essere rampa stradale, delimitata a monte da una cordonata in cls facente parte della sede stradale. L’attuale collegamento pedonale della fermata dell’autobus, risulta essere inesistente. Si evidenzia però l’uso della rampa stradale da parte dei fruitori della stessa fermata dell’autobus, con lo scopo, di camminare in un area di sicurezza. L’illuminazione è garantita grazie alla presenza dei pali di illuminazione stradale.