VIDEONEWS & sponsored

(in )

COMUNE RIVA DEL GARDA (TN) * TASSE: « NUOVA AGEVOLAZIONE IMIS 2020, LA SOCIETÀ GESTEL SEGNALA CHE OCCORRE PRESENTARE LA COMUNICAZIONE ENTRO IL 31 GENNAIO »

Segnala Gestel che per beneficiare della nuova agevolazione Imis occorre presentare la relativa comunicazione entro il termine di prescrizione del 31 gennaio.

Gestel, società che gestisce le entrate dei Comuni del Basso Sarca, informa che l’art. 3, comma 2 della legge provinciale del 28 dicembre 2020, n. 16, ha introdotto ai fini Imis (Imposta immobiliare) delle nuove riduzioni per l’anno 2020 del 50% sulla base imponibile Imis (senza possibilità di cumulo con le altre agevolazioni già presenti all’art. 7, comma 3, lettera a e b) della legge provinciale 14/2014, e quindi fabbricati di interesse storico e artistico e fabbricati dichiarati inagibili o inabitabili e di fatto non utilizzati).

La riduzione è prevista per i fabbricati nei quali vi sia coincidenza tra il proprietario e il gestore dell’attività in essa svolta e che rientrino nelle attività economiche elencate con i codici Ateco nell’allegato 1 previsto dalla norma nazionale, il decreto legge 137/2020, disponibile, quale allegato alla domanda, anche sul sito web di Gestel, all’indirizzo , e quindi nella cartella “Modulistica varia/RIDUZIONE COVID19” o direttamente al link

Al medesimo link è presente anche un ulteriore modello utile per presentare la domanda di rimborso nel caso il versamento anno 2020 fosse già stato effettuato, situazione abbastanza diffusa tenuto conto che la nuova norma agevolativa ha visto la luce successivamente alla scadenza Imis del 16 dicembre 2020. Per quanto riguarda l’eventuale rimborso, si ricorda che può essere richiesto entro il termine di 5 anni decorrenti dal giorno nel quale è stato effettuato il versamento e che è possibile chiedere la compensazione con l’Imis dovuta per gli anni successivi.

La comunicazione prevista si può inoltrare utilizzando un modello predisposto da Gestel, scaricabile in formato pdf editabile dal sito web indicato, allegando una fotocopia di un documento d’identità e spedendo il tutto all’indirizzo pec [email protected] o all’indirizzo email [email protected] Per eventuale consegna diretta presso gli uffici (aperti dal lunedì al mercoledì dalle 8.30 alle 12 e dalle dalle 14.30 alle 17, il giovedì e il venerdì dalle 8.30 alle 12) è necessario fissare un appuntamento telefonico al numero 0464 586801 per la sede di Arco, 0464 916282 per l’ufficio di Mori e 0465 700140 per l’ufficio di Fiavè.