VIDEONEWS & sponsored

(in )

COMUNE RIVA DEL GARDA (TN) * NATALE IN MUSICA: « DA DOMENICA 20 DICEMBRE SARANNO TRASMESSI IN MAXISCHERMO A PORTA SAN MICHELE CONCERTI DEI GIOVANI TALENTI MUSICALI, PER UN MESSAGGIO DI VICINANZA »

Riva del Garda. «Natale in Musica a Riva del Garda» è una novità per il periodo delle feste che nasce dalla collaborazione del Conservatorio Bonporti con la Scuola Musicale Alto Garda.

Grazie al progetto «Auditorium digitale Bonporti» del conservatorio di Trento e Riva del Garda e alla partecipazione della Scuola Musicale Alto Garda, a partire da domenica 20 dicembre e per tutto il periodo delle festività natalizie saranno trasmessi in maxischermo a porta San Michele concerti dei giovani talenti musicali, per un messaggio di armonia e vicinanza in questo momento così particolare. I concerti, alternativamente del conservatorio e della scuola musicale, saranno visibili tutti i giorni dalle 9.45 alle 19. Sono coinvolti una trentina di allievi del conservatorio e un centinaio di quelli della scuola musicale, di età dalla scuola primaria all’università.

L’iniziativa è stata presentata nella mattina di sabato 19 dicembre sul posto, presenti per l’amministrazione comunale il sindaco Cristina Santi e il vicesindaco e assessore alla cultura Silvia Betta, per la Smag il presidente Roberto Grassi e il direttore Carlo Pedrazzolli, e per il conservatorio il direttore Massimiliano Rizzoli e il coordinatore della sede di Riva del Garda Francesco Milita.

«Per questo Natale 2020 -ha spiegato il sindaco Cristina Santi- che chiude un anno così particolare, l’amministrazione comunale, nell’impossibilità di organizzare degli eventi, ha pensato di lanciare un messaggio di armonia e vicinanza rivolto ai propri cittadini, chiedendo una collaborazione alla Scuola Musicale alto Garda e al conservatorio Bonporti, che tra l’altro quest’anno festeggia il suo cinquantesimo. Sono realtà musicali molto importanti del nostro territorio; la collaborazione ha realizzato un messaggio veramente significativo, pertanto li ringrazio e spero che ci siano altre occasioni nel 2021 per poter vedere queste due realtà lavorare ancora insieme».

«Ringrazio le due realtà musicali del territorio -ha detto il vicesindaco Silvia Betta- che hanno collaborato a questo progetto. Il nostro territorio è ricco di eccellenze musicali e infatti abbiamo una filiera musicale che va dal liceo alla Scuola Musicale Alto Garda fino al conservatorio Bonporti, che fornisce lauree di primo e di secondo livello. Mettere in relazione queste due realtà musicali per noi è stato un grande successo e un bel progetto, che speriamo abbia un futuro sempre più collaborativo. Vorrei ringraziare i talenti musicali della Scuola Musicale e del conservatorio che hanno prodotto tutto questi video, e ringraziare il presidente della Scuola Musicale Alto Garda Roberto Grassi e il direttore Carlo Pedrazzolli; il direttore del conservatorio Bonporti di Trento e Riva del Garda Massimiliano Rizzoli e il coordinatore della sede di Riva del Garda del conservatorio Francesco Milita, oltre alla ditta Iiriti per il service».

«Esprimo la mia gratitudine all’amministrazione comunale di Riva del Garda -ha detto il direttore del conservatorio Massimiliano Rizzoli- che in questo periodo così buoi, con questa iniziativa ha acceso una piccola luce. Si tratta di una bella opportunità per i nostri studenti, che tra gli addetti ai lavori spesso sono conosciuti, ma non sono noti al grande pubblico, e qui hanno la possibilità di farsi conoscere. Per la musica, è davvero un bel pensiero».

«Anch’io voglio ringraziare il Comune di Riva del Garda -ha detto il coordinatore della sede di Riva del Garda del conservatorio, Francesco Milita- perché è importante, in questo periodo difficile, avvicinare le persone alla cultura, ed è bello farlo partendo dalla musica. Riva del Garda è tra le poche città non capoluogo ad avere una sede di conservatorio, ed è giusto che valorizzi questa specificità con iniziative come questa».

«È una grande gioia per noi che la musica riguadagni la ribalta -ha detto il presidente della Smag Roberto Grassi- e una bella esperienza per i nostri studenti. Oltretutto, credo che sia la prima volta che scuola musicale e conservatorio collaborano per una iniziativa comune. La cultura fatica a riprendersi, e questa bella idea ci aiuta».

«Davvero una bella novità -ha detto il direttore della Smag Carlo Pedrazzolli- della quale va reso il giusto merito all’amministrazione comunale, che dal recente insediamento ha dimostrato una notevole sensibilità verso il mondo della musica, fino a questo bell’esempio di inedita collaborazione».