MUSE: LE STRATEGIE PER IL 2020

Rete Intrecci: le idee guida di una “comunità educante” aperta a nuove adesioni. La Rete Intrecci è una rete informale esistente dal 2011, che collega tra loro diverse realtà di Trento e dintorni che si rivolgono prevalentemente, ma non esclusivamente, alle famiglie con figli da 0 a 6 anni, offrendo spazi di incontro per genitori e bambini, opportunità di socializzazione e confronto, percorsi e occasioni formative.

Questa mattina a palazzo Geremia è stato ufficialmente condiviso e sottoscritto un documento che definisce formalmente le idee guida della rete, con l’obiettivo di rafforzare quest’esperienza sul territorio e di rendere più visibile il senso e il valore di una “comunità educante”: realtà che si conoscono, sono collegate e collaborano a beneficio delle famiglie, pur mantenendo ciascuna la propria autonomia e specificità.

L’obiettivo è quello di connettere tra loro queste realtà, di promuoverle e dar loro visibilità, nella convinzione che possano offrire una preziosa risposta a numerosi bisogni espressi dalle famiglie di oggi: bisogno di relazioni, incontro e aggregazione in contesti vicini a casa, di confronto e condivisione dell’esperienza genitoriale, di informazione e orientamento rispetto ai servizi e alle opportunità presenti sul territorio.

Aderiscono alla Rete Intrecci realtà molto diverse tra loro, organizzazioni collettive, pubbliche e private, no-profit, sia composte da operatori e professionisti che da volontari, che si pongono come obiettivo il benessere delle famiglie, con un’attenzione specifica alla relazione genitore-bambino, e che hanno la volontà e si assumono l’impegno di mantenersi in collegamento e collaborare, in un’ottica di scambio e reciprocità.
Attualmente, le realtà che ne fanno parte sono 17: Punto Famiglie – ascolto e promozione (Associazione A.M.A.), Centro Genitori Bambini e Giocastello (Servizi Infanzia del Comune di Trento), Koinè Spazio Incontro Genitori Bambini (Cooperativa Sociale Progetto 92), Casa Mamma Bambino (Casa Padre Angelo), Sportello affetti speciali (Comune di Trento), Mamme

Insieme Mattarello, Carpe Diem, L’acqua che balla, Chineticamente, Spazio Mamme del Gruppo Oasi, Fenarete Ostetriche per le donne, Doule trentine di Mondo Doula, Comune di Trento, Comune di Aldeno, Comune di Cimone, Comune di Garniga Terme.

Chi desidera aderire alla Rete Intrecci è invitato a contattare Punto Famiglie – Associazione A.M.A. che, in qualità di coordinatore, accoglie e valuta le richieste di adesione, coerentemente con le idee guida: via Taramelli 17, n. tel. 0461-391383, rete.intrecci@gmail.com.