SENTENZA TAR TRENTO - ORSI DEL TRENTINO

Intervista a Fulvio Rocco, Presidente Tribunale amministrativo regionale

***

PROVINCIA AUTONOMA TRENTO

Covid-Free (22ma puntata format Tv)

Nucleo Civico: continua l’attività di contrasto allo spaccio di stupefacenti. Dopo l’arresto di un cittadino nigeriano il 28 luglio in piazza Dante, colto nella flagranza di cessione di sei ovuli di eroina e trovato in possesso di una somma di denaro superiore a 400 euro proventi dell’attività di spaccio, operazione conclusa con il rinvenimento presso il domicilio di un ulteriore quantitativo di marijuana, il personale del Nucleo Civico della Polizia locale ha operato ulteriori interventi nella zona, controllando in particolare la zona di via Gazzoletti e via Petrarca.

Sabato mattina, 1 agosto, gli agenti hanno notato un gruppo di quattro persone sotto al palazzo della Regione, di fronte all’ufficio postale di via Gazzoletti, una delle quali, dopo aver rovistato nei pressi di un’aiuola, consegnava in momenti distinti qualcosa nelle mani degli altri soggetti che si allontanavano repentinamente.

Gli agenti hanno rinvenuto nell’aiuola alcuni involucri in nylon termofuso contenenti eroina e cocaina. L’uomo è stato fermato poco lontano, identificato e perquisito presso il comando di via Maccani. Sul fermato è stata rinvenuta una somma di denaro di 50 euro in banconote di piccolo taglio, avvolte una all’interno dell’altra, piegate ed occultate in una tasca secondaria del portafoglio.

Alla luce dei fatti e considerati anche i precedenti specifici del soggetto, di nazionalità nigeriana, si è ritenuto integrato il reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente, con conseguente denuncia a piede libero.

La sostanza stupefacente ed il denaro rinvenuto sono stati posti sotto sequestro.