PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO

"Il Trentino news" (puntata n° 13)

Polizia locale. “Scuole sicure”, un progetto per prevenire e contrastare lo spaccio di stupefacenti. La somma di 48 mila euro richiesta per un veicolo attrezzato, ore di servizio
e la formazione per gli agenti impegnati nella sensibilizzazione degli studenti.

Il Comune di Trento ha chiesto al Ministero dell’Interno il finanziamento del progetto “Scuole sicure 2019/2020” dedicato alla prevenzione e al contrasto dello spaccio di sostanze stupefacenti nei pressi degli Istituti scolastici. Il progetto è stato approvato dal Commissariato del Governo della Provincia di Trento lo scorso 13 giugno.
Già dal 2018 sono state messe in campo azioni sinergiche, anche con l’ausilio di unità cinofile, al fine di assicurare la presenza degli agenti di Polizia locale a supporto delle forze di Polizia statali, deputate in via primaria al contrasto dello spaccio di droga.

Da settembre a dicembre 2018, l’operazione “Scuole sicure” ha visto impegnate la pattuglie della Polizia locale unitamente a Polizia, Carabinieri, Guardia di Finanza a presidio dell’entrata e dell’uscita degli studenti in numerose scuole della città: sono stati controllati 9 istituti scolastici superiori, in 6 interventi, con l’impiego di 24 agenti e 120 ore di servizio. Nel 2019 l’attività di prevenzione e contrasto è proseguita nei parchi pubblici con 10 controlli interforze, unitamente a Questura e Guardia di Finanza, per un totale di 64 ore di servizio e 14 agenti impiegati.

Il progetto “Scuole sicure 2019-2020” si propone di integrare gli attuali investimenti in termini di risorse materiali e umane già messe in campo dall’Amministrazione comunale e di fornire un supporto operativo alle Forze di Polizia dello Stato all’attività di prevenzione e contrasto dello spaccio di sostanze stupefacenti nei pressi degli Istituti scolastici, proseguendo nel contempo nell’opera di sensibilizzazione ed educazione alla legalità nelle scuole del territorio comunale.

In coerenza con le linee guida fornita dalla circolare del Ministero dell’Interno, si prevede di orientare il finanziamento su tre direttrici. In primo luogo, si provvederà all’acquisto di mezzi e attrezzature per il potenziamento delle dotazioni dalla Polizia locale: in particolar modo si pensa di acquistare un nuovo veicolo attrezzato con specifica cella per il trasporto in sicurezza di persone in stato di fermo o che comunque necessitano di controlli per identificazione o altro presso il Comando.

In secondo luogo, il finanziamento coprirà le spese per il personale: si prevede la copertura dei costi per il pagamento delle ore per le prestazioni straordinarie del personale di Polizia locale impiegato nel servizio di presidio delle scuole. Infine il progetto sostiene l’attività di promozione e sensibilizzazione per la prevenzione dei fenomeni di illegalità: si prevede di ricorrere a specifiche azioni formative rivolte al personale impiegato nell’educazione nelle scuole o nell’attività di contrasto all’uso di sostanze stupefacenti, che consentano di apprendere tecniche comunicative idonee per migliorare l’efficacia degli interventi educativi.

Le spese ammontano a 48 mila euro per gli anni 2019/2020.