Parcheggio Santa Chiara, conclusi i lavori. Grazie all’intervento cento posti auto in più e riqualificazione dell’area.

Dopo mesi di lavori, rallentati dall’emergenza Coronavirus oltre che da alcuni imprevisti tecnici, riapre rinnovato e ampliato il parcheggio Santa Chiara, nelle immediate vicinanze dell’ospedale. 188 i posti auto, di cui 4 per disabili più altri 20 riservati all’Azienda sanitaria. Pochi metri più in là, nella zona della stazione del treno e dell’ingresso del parco, sono disponibili altri 17 posti auto a disco orario, di cui 1 per disabili, 5 posti per motociclette e una postazione del servizio bike sharing «e-motion». La tariffa oraria nella parte a pagamento è di 0,50 euro, pari a quella comunale su strada dell’area ospedaliera, la tariffa massima giornaliera è di 3 euro.

L’intervento, realizzato da Trentino mobilità, ha portato all’aumento di oltre 100 posti auto rispetto alla situazione precedente ai lavori e insieme alla riqualificazione dell’intera area, migliorata sotto il profilo della qualità architettonica e paesaggistica. Infine, è stato realizzato un nuovo collegamento ciclopedonale con il Parco Gocciadoro, ceduto poi al Comune di Trento.

I lavori, iniziati il 18 giugno del 2019, sono stati realizzati dall’Associazione temporanea di imprese tra Zampedri Lorenzo (lavori stradali ed edili), Fratelli Dalcolmo (impianti irrigui) e Giacca costruzioni elettriche (impianti elettrici) per un importo di aggiudicazione di 915 mila euro, con un ribasso di oltre l’11 per cento sulla base d’asta di 1 milione e 35 mila euro. Con una variante successiva, determinata dalla richiesta dell’Azienda sanitaria di demolire un edificio su un terreno di sua proprietà e di estendere così il parcheggio aggiungendo 20 posti auto riservati alla stessa Apss, il costo è salito di 134 mila euro, coperti dall’Azienda sanitaria.

La direzione dei lavori è stata svolta dall’architetto Mauro Facchini, il responsabile della sicurezza è stato l’architetto Pietro Zulian.
Grazie agli sforzi della ditta appaltatrice, del direttore lavori e di Trentino Mobilità, nei mesi scorsi un numero variabile di posti auto gratuiti è sempre stato disponibile. In particolare, durante il lock down e la conseguente sospensione dei lavori (tra il 12 marzo e il 20 aprile) sono stati assicurati circa 200 posti auto gratuiti per cittadini e dipendenti Apss.