QUALI SONO I VERI NUMERI DELLA PANDEMIA IN TRENTINO?

Diretta video a cura di "Trentino In Azione "

***

VIDEOINTERVISTA AL SEGRETARIO UIL FPL TRENTINO

MARCELLA TOMASI

Focus su: « Pat ed Enti Locali/ Covid / Contratti Collettivi / Scuola / Centrosinistra e Lega

Progetto Stardust, dieci auto elettriche per il parco macchine comunale. Nell’ambito del progetto europeo Stardust, sono state acquistate dieci Nissan Leaf elettriche in sostituzione di altrettante auto presenti attualmente nel parco macchine comunale. Si tratta di auto che hanno raggiunto un’anzianità di servizio molto alta e che rientrano tra quelle maggiormente inquinanti.

Nissan Leaf ha un’autonomia di circa 300 km con una ricarica completa. I dati relativi ai consumi, tempo di ricarica, insieme ad altri dati verranno poi analizzati in modo da poter valutare le prestazioni dei mezzi ed i loro consumi. I veicoli sono stati acquistati a seguito di gara europea al prezzo di 24.500 euro più Iva. La rottamazione di altrettanti mezzi ante Euro 5 ha dato la possibilità di accedere all’ecobonus statale pari a 6 mila euro. Verrà inoltre richiesto la concessione dell’incentivo provinciale, pari a euro 6 mila euro per ogni vettura.

Stardust è un progetto finanziato dall’Unione Europea che mira allo sviluppo di città “intelligenti e efficienti” grazie alle nuove tecnologie. Arrivato al terzo anno dei 5 previsti, coinvolge tre città: Trento, Pamplona (Spagna), Tampere (Finlandia).

Per Trento gli interventi di Stardust riguardano la riqualificazione energetica degli edifici, l’utilizzo di sensoristica IoT per la raccolta di dati in vari ambiti e infine la mobilità elettrica. In questo ultimo ambito sono previsti molti interventi. Fra questi la sperimentazione della consegna “ultimo miglio” nel centro storico con l’utilizzo di mezzi elettrici a cura di Trentino Mobilità e con la partnership di Interbennero; l’installazione di 20 colonnine di ricarica aperte al pubblico distribuite sul territorio comunale (fondovalle e alcune circoscrizioni attualmente non dotate di colonnine) e la sostituzione di alcuni mezzi più inquinanti della flotta comunale con mezzi elettrici.

L’intervento sulla logistica dell’ultimo miglio prosegue nella sua definizione. Inoltre, grazie all’Innovation Challenge svoltasi nella primavera scorsa insieme a CLab Trento e a 33 studenti dell’Università di Trento, è stato creato il branding del ramo d’azienda di Trentino Mobilità che svolgerà il servizio.
Grazie anche all’aiuto di Eurac Research, partner e co-coordinatori del pacchetto di lavoro di Trento, è stato predisposto il piano per l’installazione delle colonnine di ricarica distribuite sul territorio comunale ed il relativo bando che verrà pubblicato a breve.

Terzo intervento, ma non per importanza, è appunto l’ammodernamento della flotta dei mezzi comunali con mezzi elettrici, con il conseguente abbattimento delle emissioni inquinanti di Co2.