VIDEONEWS & sponsored

(in )

COMUNE DI TRENTO * COVID – SMART WORKING: SINDACO IANESELLI, « È UN MOMENTO ECCEZIONALE, IN QUESTO PERIODO CI DOBBIAMO SENTIRE PIÙ CHE MAI RESPONSABILI VERSO I CITTADINI »

Il sindaco ai dipendenti comunali: siamo responsabili dei cittadini di Trento. Dalla rilevazione relativa al mese di ottobre, sono circa 700 i dipendenti del Comune che lavorano in modalità smart working.

Le ultime indicazioni prevedono un minimo di due giorni in settimana di lavoro in presenza e gli uffici sono organizzati sulla base di disposizioni puntuali dei dirigenti di riferimento, per garantire la continuità del servizio al pubblico, ove richiesto, e la sicurezza dei lavoratori.

Il lavoro in presenza avviene nel rispetto delle regole previste dai protocolli di sicurezza per i luoghi di lavoro, che indicano anche le misure di prevenzione e profilassi attuate nei casi di positività segnalati dai dipendenti.

Ad un mese dalle elezioni, il sindaco Franco Ianeselli ha inviato una lettera indirizzata dal sindaco a tutti i dipendenti comunali, per condividere alcune riflessioni su questo periodo particolarmente difficile.

*

Ecco il testo completo della nota:
“Cari collaboratori,

è passato poco più di un mese dalla mia elezione a sindaco. In questo periodo ho avuto modo di confrontarmi con alcuni di voi, in futuro incontrerò molti altri. Vorrei però raggiungervi tutti fin d’ora per condividere qualche riflessione su questo periodo particolarmente difficile, come sperimentiamo sia nella quotidianità delle nostre case, sia al lavoro, nei diversi ruoli che ci troviamo a svolgere.

Credo che dobbiamo essere sinceri con noi stessi: questa crisi, di portata mai vista in tempi recenti, non ci penalizza tutti allo stesso modo. C’è chi può comunque contare su un lavoro “sicuro”. Gli anziani e i bambini, i lavoratori precari, gli addetti dei settori del commercio, della cultura e del tempo libero, sono più vulnerabili. In questa situazione, dobbiamo essere consapevoli che la qualità del nostro lavoro diventa ancora più determinante per riuscire a reggere l’urto della tempesta che ci ha investiti. Dobbiamo tutti intensificare gli sforzi – in primis il sindaco e la Giunta – non solo per essere efficaci e tempestivi, ma anche per trovare modalità nuove di intervento qualora quelle a cui eravamo abituati si rivelassero inadeguate.

Siamo una squadra di oltre mille e quattrocento persone: insieme, se remiamo tutti nella stessa direzione, possiamo davvero fare la differenza e aiutare la città a superare questo momento. So di poter contare su ognuno di voi, sulla direttrice generale appena nominata Livia Ferrario, sul nuovo capo di Gabinetto Paolo Frenez, su tutti coloro che già in passato, come testimoniano l’alto livello di servizi e la storia della città, hanno dato prova della loro alta professionalità e del loro impegno.

È un momento eccezionale che richiede uno sforzo altrettanto straordinario, di fronte al quale – ne sono certo – nessuno di noi si tirerà indietro. Per questo vi ringrazio, anche a nome dei cittadini di Trento, di cui in questo periodo ci dobbiamo sentire più che mai responsabili.”