Nell’ambito del bando del Ministero dell’Ambiente “Programma sperimentale nazionale di mobilità sostenibile casa-scuola e casa-lavoro”, la Provincia ha deciso che le risorse saranno destinate al potenziamento del servizio di bike sharing “e-motion” nelle città di Trento e Rovereto e all’estensione dello stesso nei Comuni limitrofi con l’acquisto di installazione di ciclostazioni e di biciclette a pedalata assistita e a trazione muscolare.

Per quanto riguarda nello specifico il Comune di Trento, sono iniziati ieri i lavori per l’approntamento di 13 ulteriori ciclostazioni da affiancare alle attuali 19 attive sul territorio comunale. Il contributo della Provincia si limita all’acquisto delle stazioni (colonnine) e delle relative biciclette in parte a pedalata assistita e in parte a trazione muscolare. Sono pertanto a carico dell’Amministrazione comunale la messa a disposizione delle aree, gli oneri per la predisposizione compresi i relativi allacciamenti elettrici e l’alimentazione, per un costo totale di 100.000 €.

L’intervento – che si concluderà a settembre – riguarda quindi la sola predisposizione dell’allaccio elettrico con scavo di ridotte dimensioni, posa tubazione, quadro elettrico, palina contatore e predisposizione ove necessario del terreno di posa.
L’allestimento delle ciclostazioni con le colonnine e totem annesso sarà a cura del Servizio opere stradali e ferroviarie della PAT.

Elenco stazioni:
1 Corso degli Alpini (c/o Campo Coni)
2. Corso Buonarroti (c/o incrocio via Lampi)
3. via Degasperi (c/o intersezione via Anna Frank)
4. viale Verona (c/o rotatoria via Fermi)
5. Viale Rovereto (c/o ponte dei Cavalleggeri)
6. via Barbacovi (c/o incrocio via Brigata Acqui)
7. cicloparcheggio ex Zuffo
8. parcheggio ex Zuffo
9. via Paludi (parcheggio campo sportivo)
10. via Feininger (c/o piazzale Groff)
11. via Maccani (c/o rotatoria )
12. p.zza di Piedicastello
13. via del Brennero (c/o area ex Frizzera)