COMUNE DI ROVERETO * CONSIGLIO STRAORDINARIO ALLA CAMPANA DEI CADUTI: VALDUGA, ” siamo tutti chiamati a impegnarci alla costruzione di percorsi di pace “

Riceviamo e pubblichiamo integralmente il seguente comunicato stampa:

Un consiglio comunale straordinario alla Campana dei Caduti per la Pace di Rovereto – conclusosi con i rintocchi di Maria Dolens – ha portato stamane sul Colle di MIravalle le riflessioni del civico consesso a 100 anni dal centenario della firma dell’armistizio di Compiègne che, cento anni fa, sanciva la fine della Prima guerra mondiale.

Ai lavori, presieduti da Mara Dalzocchio, che ha così concluso la sua esperienza alla guida dell’assemblea consigliare dopo l’elezione a consigliera provinciale, ha partecipato anche il governatore del Trentino Maurizio Fugatti.

Nel suo intervento il Sindaco Francesco Valduga ha sottolineato come siamo tutti chiamati a impegnarci alla costruzione di percorsi di pace.

“Se è vero che prima Grande Guerra ha permesso all’Italia di dirsi nazione (e non a caso il 4 novembre si celebra la fine della grande guerra, ma è anche giornata di unità nazionale), purtroppo il sacrificio di tanti Caduti ci ha mostrato – come disse Ungaretti – la devastazione e lo strazio di cuori oltre che di luoghi, ma mentre i luoghi con il tempo si ricostituiscono (“torneranno i prati” disse Ermanno Olmi), le ferite restano.

Le azioni di memoria sono pertanto tanto più importanti quanto più ci si allontana dai fatti” ha detto il Sindaco che ha ricordato come la guerra abbia drammaticamente inciso nella vita dei singoli donne, bambini, intere comunità. “Ma se la grande storia è costituita da tante piccole storie quotidiane, specularmente questo vale anche per i processi di Pace che sono il frutto dell’azione di ciascuno. Un’azione che deve però essere costante”.