News immediate,
non mediate!
Categoria news:
LANCIO D'AGENZIA

COMUNE DI ARCO (TN) * INCONTRO CON DON FRANCO: SINDACO BETTA, « L’AMMINISTRAZIONE LO HA PREMIATO PER MERITI SPORTIVI E PER L’ATTIVITÀ PASTORALE »

Scritto da
21.21 - venerdì 05 novembre 2021

Il sindaco Alessandro Betta, l’assessore allo sport Dario Ioppi con la Giunta al completo e il presidente del Consiglio comunale Flavio Tamburini hanno incontrato nella serata di martedì 2 novembre in municipio don Franco Torresani, per cinque anni parroco dell’Oltresarca, per esprimergli un doppio apprezzamento: per i meriti sportivi e per quelli legati alla sua attività pastorale.

Nato nel 1962 in val di Non, don Franco -ordinato nel 1987 e parroco dal 1994- ha lasciato in queste settimane Arco (dove si trova dal novembre 2016) per diventare assistente spirituale nelle residenzesanitarie assistenziali di Trento e dintorni, nell’ambito di una riorganizzazione decisa dal vescovo monsignor Lauro Tisi, che ha unito l’Oltresarca con Arco centro.

Ma don Franco è noto anche per l’attività sportiva di altissimo livello in specialità che spaziano dalla corsa in montagna al trail, dalla strada alla pista senza trascurare il cross.

Soprannominato «il prete volante», vanta un palmares ragguardevole: nel settore master ha vinto qualcosa come sette titoli mondiali, quattro europei e 17 italiani over 35. Inoltre, risultato di cui va particolarmente fiero, è sua l’unica convocazione nella Nazionale assoluta in una disciplina del Comitato olimpico italiano che mai abbia riguardato un religioso. Figura nota e amata, don Franco ha anche la soddisfazione di essere stato scelto dalla Cei, l’anno scorso, come testimonial regionale nella campagna di raccolta fondi.

A don Franco l’amministrazione ha consegnato, oltre ad alcuni piccoli omaggi, una targa che così recita: «I risultati e i sogni si raggiungono con passione, duro allenamento e sacrificio. Complimenti Franco per i riconoscimenti e i piazzamenti ottenuti in questi anni».

«Come amministrazione ci tenevamo a rivolgerti un saluto istituzionale -ha detto il sindaco Alessandro Betta- e l’occasione che abbiamo scelto è quella di un riconoscimento per i tuoi importanti meriti sportivi, che sono davvero di grande livello.

Ma assieme a questo c’è il nostro sentito ringraziamento per il tuo grande contributo di questi anni alla vita della nostra comunità. Sono convinto che avremo modo di rivederci, so che sei molto legato alla comunità di Arco e quindi più di un addio voglio rivolgerti un arrivederci».

«Da tempo abbiamo la consuetudine di premiare i nostri atleti che si distinguono per prestazioni di rilievo -ha detto l’assessore allo sport Dario Ioppi- e non potevamo quindi non organizzare una cerimonia con cui riconoscere e premiare i tuoi meriti sportivi, che sono davvero importanti.

Ma nel tuo caso particolare, questo si unisce alla gratitudine che ti dobbiamo per tutto quello che hai fatto come parroco su questo territorio».

«Sono davvero felice di questa iniziativa -ha detto don Franco- che non mi aspettavo e che mi lega ancora di più a un territorio in cui mi sono trovato benissimo. Sono molto contento dei risultati sportivi, ma per me lo sport è prima di tutto un modo di stare tra la gente, di confrontarmi e di arricchirmi, al quale mi sono dedicato solo in parte, dati i miei impegni religiosi.

Ma ancora di più sono contento di questi cinque anni ad Arco come parroco, della bellissima intesa con i fedeli, con le associazioni e con la stessa amministrazione comunale, e dei risultati ottenuti nel cercare di far sentire anche i sobborghi parte della città. Una cosa di cui sono orgoglioso, è che la mia attività sportiva mi ha dato la possibilità di contribuire a far conoscere ancora di più la nostra città».

Categoria news:
LANCIO D'AGENZIA

I commenti sono chiusi.