VIDEONEWS & sponsored

(in )

COMMISSARIATO GOVERNO TRENTO * ONORIFICENZE AL MERITO DELLA REPUBBLICA: « GIOVEDÌ 4 FEBBRAIO ALLE 11.00 IL PREFETTO LOMBARDI INSIGNERÀ DUE COMMENDATORI E NOVE CAVALIERI »

Consegna delle Onorificenze al Merito della Repubblica – O.M.R.I.

Giovedì 4 febbraio 2021, alle 11.00 il Commissario del Governo, Prefetto Sandro Lombardi, nel corso di una breve cerimonia che si svolgerà presso il Palazzo del Governo, in forma estremamente ridotta, senza la presenza delle Autorità e del pubblico, in linea con le prescrizioni di contenimento per la diffusione del Covid-19, consegnerà i diplomi relativi alle Onorificenze dell’Ordine “Al Merito della Repubblica Italiana” concesse con Decreto del Capo dello Stato in data 27 dicembre 2019 a un Grand’Ufficiale, due Commendatori e nove Cavalieri.

Secondo i fini indicati dalla Legge 3 marzo 1951, nr. 178 che lo ha istituito, l’Ordine al Merito della Repubblica -“O.M.R.I.”, ricompensa i cittadini che si sono distinti per le benemerenze acquisite verso la Nazione nei campi delle scienze, delle arti, delle lettere, dell’economia, nel disimpegno di cariche pubbliche e di attività svolte a fini sociali, filantropici ed umanitari, nonché per lunghi e segnalati servizi nelle carriere civili e militari.

 

*

Si allega l’elenco degli insigniti completo di breve biografia.

GRANDE UFFICIALE

1. DEBIASI GIORGIO (di Cles)
Già Presidente provinciale della Protezione Civile dell’Associazione Nazionale Alpini, Sezione di Trento, ha partecipato a numerose operazioni di soccorso alle popolazioni colpite da calamità e disastri naturali in Italia e all’estero.

 

*

COMMENDATORI

2. CANCLINI FELICE (di Moena)
Ispettore Superiore della Polizia di Stato a riposo, ha svolto meritevole servizio presso il Centro Addestramento Alpino della Polizia di Stato di Moena. Per le sue capacità professionali e organizzative collabora nell’organizzazione di importanti eventi sportivi.

3. DELLANTONIO MAURIZIO (di Moena)
Guida alpina attiva nel Soccorso Alpino da oltre quarant’anni, è il Presidente nazionale del CNSAS (Corpo Nazionale del Soccorso Alpino e Speleologico)

 

*

CAVALIERI

4. BOLZA ROBERTO (di Pieve di Bono-Prezzo)
Esperto alpinista, è stato Presidente del Soccorso alpino trentino e dal 2016 è Consigliere Nazionale del CNSAS (Corpo Nazionale del Soccorso Alpino e Speleologico)

5. BRIGHENTI GLORIA (di Rovereto)
Infermiera strumentista, alpinista di alta quota, operatore di soccorso alpino e tecnico di soccorso alpino, è Vice direttore e Istruttore nazionale della Scuola Nazionale Medici Alpini

6. FERRARI FULGIDO (di Borgo Lares)
Coadiutore di volo del Nucleo Elicotteri della Provincia autonoma di Trento, è stato Capo Sezione della Stazione di Soccorso Alpino di Tione di Trento.

7. FRISENNA FRANCESCO (di Trento)
Sovrintendente Capo della Polizia di Stato in congedo, è impegnato nel volontariato sociale con l’Associazione Nazionale della Polizia di Stato, Sezione di Trento

8. MANCINO GABRIELE (di Rovereto)
Assistente Capo della Polizia di Stato, ha collaborato con vari enti culturali e assistenziali e sostiene le attività di associazioni di volontariato sociale.

9. MISSERONI ROBERTO (di Rovereto) Guida alpina, Istruttore nazionale di soccorso alpino e operatore di elisoccorso di Trentino Emergenza della Provincia autonoma di Trento, è Direttore del C.N.S.A.S. (Corpo Nazionale del Soccorso Alpino e Speleologico)

10. PIVA FABIO (di Predaia)
Luogotenente dell’Arma dei Carabinieri in quiescenza, è impegnato nel campo sociale con alcune Associazioni di volontariato locale.

11. SIMONE IOLE (di Levico Terme)
Premiata nel 2004 con la Stella al Merito del Lavoro per le sue capacità professionali, impegnata nel volontariato, è la stimata Presidente dell’Associazione Nazionale Famiglie Caduti e Dispersi in Guerra.

12. STENICO SANDRO (di Trento)
Vigile del Fuoco in pensione dopo quarant’anni di attività, è stato più volte decorato per meriti acquisiti sia sul campo della prevenzione incendi sia in attività operative. Ora presta la sua opera in iniziative di solidarietà e di diffusione della cultura della sicurezza antincendio.